La cosa bella di Napoli è che è abitata da persone che la amano profondamente e queste persone sono la sua fortuna o la sua salvezza. Io l’ho lasciata nel ’98 e questo non viverci più quotidianamente mi ha permesso di riscoprirla ogni volta, di cercare le cose che mi mancano ogni volta che ci ritorno.

Napoli è talmente bella che anche i napoletani se lo ricordano più, spesso la diamo per scontata o spesso sappiamo che lì all’angolo c’è una cosa stupenda, ma è proprio all’angolo, perchè andarci oggi, abbiamo tutta la vita.

Ecco, per fortuna ci sono dei ragazzi che organizzano delle attività talmente uniche che ti fanno sognare e desiderare di portne fare parte. Questa è la mia esperienza di Kayak Napoli, sono anni che ci voglio andare ma per un motivo o per un altro ogni volta che sogno scesa a Napoli le ultime volte ho dovuto rimandare, “tanto lo fanno sempre è così vicino a casa dei miei”.

Per fortuna quest’estate ho trovato il perfetto incastro per andare a fare l’aperikayak ossia un’uscita al tramonto da Posillipo alla Gaiola con cena sulla spiaggia.

Ok lo racconto meglio, si parte dalle Rocce Verdi e si procede costeggiando verso Marechiaro, costeggi il Palazzo degli Spiriti che è una villa romana costruita sull’acqua che resiste da più di 2.000 anni. Ovviamente non è la prima volta che vedo Posillipo dal mare, in barca l’ho fatto mille volte, ma in barca sei veloce, prendi il sole, chiacchieri, in kayak vai lento, sei vicino, ti muovi seguendo il tuo respiro, il tuo passo e la voglia di soffermarti sui dettagli.

Si arriva alla Gaiola, se si ha modo si fa un tuffo e si prosegue fino a Trentaremi, nel frattempo il sole sta tramontando e si ha giusto il tempo per fare un brindisi a questa meravigliosa arancia rossa difronte al Vesuvio.

Letamente si torna verso Posillipo dove sulla spiaggia è arrivata una chiatta da dove una signora prepara la cena per tutti. Si fanno i falò ci si mette in cerchio si apre una bottiglia di vino e si brinda a questo momento magico, di “pura vancanza” nel cuore della nostra città.

Ero quasi commossa, sembrava una di quelle cose super fighe che fai in Thailandia e poi corri a raccontarlo agli amici, invece l’ho fatta sotto casa, nella città in cui sono nata, con i miei amici del liceo e ho conosciuto ragazzi da tutto il mondo che erano venuti in vacanza e non potevano credere che si potesse avere un’esperienza tanto unica in una metropoli.

Questo tipo di esperienza raggiunge il top quando la organizzano durante la notte di luna piena, sicuramente sulla mia to do list.

Ho fatto un bellissimo video di questa esperienza che è andato perso quando il mio hard disk si è rotto quindi dovete portare pasienza e aspettare che lo rifaccia.

Kayak Napoli offre anche altri tipi di escursioni diurne, molte delle quali si possono fare tutto l’anno, perchè da noi il sole ci bacia quasi tutto l’anno, come: Napoli e le sue Ville, che ti porta alla scoperta di Villa Valpolicelli, del Cenito, villa Lauro con la sua sorgente d’acqua, ci si ferma in diverse spiaggette poco conosciute e culmina a Palazzo Donn’Anna il plazzo icona di Napoli.

 

 

 

Francesca Di Pietro

Francesca Di Pietro

Psicologa e Viaggiatrice. Giro il Mondo e studio la personalità dei viaggiatori! Ho visitato più di 60 paesi molti dei quali da sola. Per me il viaggio è uno strumento di crescita personale. Ho creato questo sito per tutti quelli che amano viaggiare da soli o che vorrebbero iniziare a farlo.

Altri post di questo autore - Sito web

Seguimi sui Social
TwitterFacebookPinterestGoogle PlusYouTube

Newsletter
Iscriviti alla newsletter e ricevi gratuitamente l'ebook del Viaggiatore Felice
100% Privacy. Non ti invieremo spam.