Storicamente il Messico è amato da noi italiani per le sue spiagge, in particolare quelle caraibiche, è il famoso luogo dove abbiamo creato l’espressione “lascio tutto e apro un chiringuito sulla spiaggia” si ma mi sa che quelli erano gli anni ’80 ora per aprirne uno ai Caraibi servono davvero tanti tanti soldi, bye bye chiringuitos, ormai non ci sono più.

In questo momento storico il caribe messicano sta avendo un sacco di problemi, come il sargasso, un’alga infestante e il turismo di massa. Non rappresenta più, quello che è stato per me e per molti in passato, ossia una sorta di paradiso in terra. Con questo non voglio dissuadervi dall’andarci, ma semplicemente vorrei ridimensionare la vostra idea per non rimanere delusi.

Le spiagge della Costa del Pacifico messicano per me hanno sempre rappresentato un territorio selvaggio, avventuroso, come nel libro Puerto Escondido di Pino Cacucci, e l’omonimo film che forse tutti conoscete, mi ha sempre attratto, ma allo stesso tempo era avvolto dal mistero e in più me lo immaginavo con un mare molto agitato e poco balneabile.

Questo preambolo lunghissimo per dirvi che quest’anno sulla costa del pacifico ci sono andata e me ne sono innamorata.

Come arrivare sulla costa del Pacifico Messicana:

I tempi sono cambiati e ora ci sono ben due aeroporti, uno a Puerto Escondido e l’altro a Bahias de Huatulco, in pratica ai due estremi della costa, ce ne è anche uno più verso sud ossia a Salina Cruz nel caso vi vogliate spingere fino a lì. Questa opzione è molto comoda, specialmente se vi trovate in zone lontane del paese, altrimenti considerate che dalla città di Oaxaca sono circa 8h di bus, con una strada davvero pessima, io ho vomitato tutto il tempo, e per San Cristobal de las Casas sono circa 18h, che puoi tranquillamente fare con un bus notturno.

Ti ricordo che la cosa più importante quando si viaggia fuori dall’Europa è stipulare un’assicurazione in modo da poter essere liberi di viaggiare senza problemi. Ti ricordo che come ogni lettore del mio sito hai diritto ad avere il 10% di sconto su ogni assicurazione HeyMondo, basta che ti colleghi a questo link.

Le spiagge più belle della Costa del Pacifico Messicano:

Mazunte:

confesso mi sono innamorata di questo paesino, è una baia meravigliosa con acqua turchese intenso e sabbia dorata, ci sono tanti piccoli hotel e ristorantini lungo il mare, mentre il paese si sviluppa all’interno in una strada pedonale. Da il meglio di sé nel nostro inverno sia come vita notturna e feste sia come temperatura, infatti se ci andata nel nostro agosto sappiate che troverete il sole, ma anche un caldo indescrivibile.

Cosa fare a Mazunte:

Oltre a infiniti bagni, soste sulle amache all’ombra, pranzi sulla spiaggia a base di ceviche buonissimo, io vi consiglio di fare due tipi di escursioni che vi offriranno in ogni dove: il giro in barca e il giro nelle mangrovie.

Il tour in barca dura circa 2h e vi consiglio di farlo la mattina presto, si fa prima un giro della costa, osservando i tantissimi uccelli che popolano la zona e poi all’improvviso vedrete davanti a voi centinaia di delfini, è davvero incredibile quanti siano e quanto saltino e giochino. Quello che posso dirvi è che gli animali non sempre vengono a giocare con le barche quindi in molti casi li troverete davvero distanti.. diciamo per le foto, ma lo spettacolo è stupendo. Spesso si trovano anche tartarughe che salgono a respirare o in estate anche ad accoppiarsi.

Il giro delle mangrovie, si fa nella zona di Ventanilla, è una zona davvero caldissima, se ce ne è la possibilità andateci in pomeriggio, è un tour davvero interessante si visita una zona salmastra piena di mangrovie, si osservano molte iguane di tutte le dimensioni, uccelli stupendi, coccodrilli e se siete fortunati potrete vedere anche i coccodrilli cuccioli, che sono bellissimi. La compagnia che organizza i tour è un’associazione che si occupa di riforestare le mangrovie che sono andate distrutte dopo una forte tempesta tropicale, è comunque un bel gesto anche solo prendere parte al tour, altrimenti si può anche piantare gli alberi in prima persona.

costa pacifico Messico

Dove dormire a Mazunte

Posada del Arquitecto: è uno dei posti più gettonati di Mazunte è di un milanese che non sempre è in loco. L’atmosfera è molto bella, c’è sia l’ostello che le camere private ed ha un bar ristorante davvero ottimo! È l’ultimo edificio della spiaggia, fronte mare quindi davvero bello, io ho dormito qui.

Terrazas del Rinconcito: è una posada sul mare, molto semplice, ecologica, costa poco e ha una bella vista.

El Rinconcito de Mazunte: struttura davvero bella, curata, tutta di legno, con una piscina centrale, non è sul mare ma è davvero vicino.

Altamira Mazunte: struttura semplice, con vista, si posiziona nella parte alta del villaggio, ha anche una piccola piscina, quasi tutte le stanze hanno una terrazza con amaca.

La Luciernaga Hostal: a meno di 300 mt dalla spiaggia è una sistemazione economica e adatta a chi vuole fare amicizie. C’è un grande giardino al centro della proprietà per trascorrere il tempo libero.

Punta Cometa:

è la punta di una piccola penisola, si può arrivare a piedi da Mazunte in circa una mezz’oretta, quasi tutte le persone ci vanno per vedere il tramonto, ma è possibile andarci anche durante il giorno, scendere sulla spiaggia di una delle piccole insenature e trascorre la giornata in una baia privata. Ricordatevi di portarvi l’acqua e magari anche un ombrellone.

Ci sono due alloggi nelle vicinanze per chi ama essere davvero isolati e a contatto con la natura: Cabañas Punta Sur e OceanoMar, sicuramente di un livello superiore con anche infinity pool con vista.

costa pacifico Messico

San Augustinillo:

È una piccola spiaggia subito a sud di Mazunte, la spiaggia è davvero bella e grande, ci sono molte soluzioni anche per famiglie. Questo villaggio è molto importante perché per tantissimi anni l’economia del villaggio si è sostenuta solamente con la pesca delle tartarughe marine ad uso alimentare, ne venivano macellate 90.000 all’anno; ovviamente la popolazione delle tartarughe si è in pochi anni decimata così nel 1990 lo stato del Messico ha vietato la pesca delle tartarughe e questa zona si è convertita in uno dei centri di conservazione delle tartarughe marine più importante del paese.

Dove dormire a San Augustinillo:

Casa Bagus: una posada proprio sulla spiaggia, da alcune stanze si va direttamente con i piedi nella sabbia, è molto carino, curato e moderno.

Un Sueño Cabañas del Pacífico: sono cabañas in adobe con tetto in paglia, strutture super tipiche, anche l’arredamento interno è completamente di legno e bamboo, si trovano sulla sabbia.

Paraíso del Pescador: molto informale, semplice, essenziale, sulla spiaggia con ottima vista, si trova in una posizione ottimale sulla baia, hanno anche un ottimo ristorante al suo interno.

Posada Paloma: soluzione accogliente, semplice, non si trova sulla spiaggia, ma è molto piacevole, questo rende il prezzo un po’ più basso. 

costa pacifico Messico

Playa Aragon:

È una spiaggia deserta molto grande dove dalla serva di arriva all’oceano, a differenza di quelle vicine in questo punto le onde sono un po’ più grandi ed è scelta da molti come spot per fare surf da onda. Considerate che è una spiaggia vergine non ci sono chiringuitos o alcuna forma di urbanizzazione è necessario portare tutto il necessario con se.

Zipolite:

Zipolite è l’altro villaggio diciamo di dimensioni più grandi in questo pezzo di costa, è come le altre una lingua lunghissima di sabbia dorata, ma ai suoi lati ci sono degli scogli che rendono più interessante il paesaggio. Le onde sono spesso molto forti, vi consiglio di guardare la bandiera prima di gettarvi in acqua. Questa spiaggia è molto famoso perché è una spiaggia nudista, so che detto così non ha nulla di strano, ma  in Messico il nudismo è severamente proibito quindi rappresenta un posto davvero molto amato da tanti hippy. Il mare è bellissimo, atmosfera super rilassata e la sera ci sono.

Dove dormire a Zipolite:

El Alquimista Yoga Spa: questo luogo davvero incantevole è adatto a chi ama praticare lo yoga e le discipline olistiche, è davvero stupendo, sulla spiaggia, con un arredamento molto balinese.

Hotel Neptuno: molto basic, fronte mare sulla spiaggia, spazi grandi e puliti ma non di charme, adatto a chi vuole spendere poco e vivere al massimo il mare.

Heven: sono dei micro-appartamenti completamente attrezzati, in una struttura bella con piscina, che si trova leggermente in collina con una grande villa

costa pacifico Messico

Playa del Amor:

Questa spiaggia deve il nome al fatto che l’insenatura sia avvolta da alte scogliere e quindi ripara i bagnanti da occhi indiscreti, si dice che l’abbraccio degli scogli permetta agli amanti di lasciarsi andare in effusioni senza essere disturbati. È anch’essa una spiaggia vergine, ricordate di andare attrezzati specialmente con l’acqua sufficiente.

Puerto Angel:

È un villaggio di pescatori molto tranquillo, in cui la vita scorre lenta, principalmente incentrata sul turismo e sulla pesca. Qui ci sono i tramonti più belli di Oaxaca, o almeno così dicono. Ha due spiagge principali, El Muelle, che è da dove partono tutte le imbarcazioni per le varie attività turistiche che si possono fare e Playa Panteòn. Questa spiaggia solitamente ha delle correnti molto dolci quindi è possibile nuotare o anche fare snorkeling, ci sono diversi punti in cui si affitta il materiale necessario. Il punto migliore per esplorare la vita marina è un piccolo isolotto davanti alla baia.

costa pacifico Messico

Puerto Escondido:

metto questa località per ultima anche se si trova più a nord di tutte perché anche se è la più famosa io non la consiglio come unica meta. Sicuramente se avete tempo a sufficienza è interessante andarci, se invece dovete rinunciare a  qualcosa, rinunciate pure a Puerto Escondido. Purtroppo negli anni è diventato abbastanza gringolandia e oltre ad hotel e locali notturni in stile Miami ha portato anche i cartelli delle droga, non è un posto sicurissimo, con questo non voglio dire di bandirlo, ma di stare attenti. A parer mio ha senso solo se si ama il surf perché sicuramente è lo spot migliore sulla costa.

Ti potrebbe interessare: Cosa fare nella città di Oaxaca e dintorni 

Francesca Di Pietro

Francesca Di Pietro

Psicologa e Viaggiatrice. Giro il Mondo e studio la personalità dei viaggiatori! Ho visitato più di 60 paesi molti dei quali da sola. Per me il viaggio è uno strumento di crescita personale. Ho creato questo sito per tutti quelli che amano viaggiare da soli o che vorrebbero iniziare a farlo.

Altri post di questo autore - Sito web

Seguimi sui Social
TwitterFacebookPinterestGoogle PlusYouTube

Newsletter
Iscriviti alla newsletter e ricevi gratuitamente l'ebook del Viaggiatore Felice
100% Privacy. Non ti invieremo spam.