Trasforma il viaggio in un'esperienza di crescita.Come Viaggiare da Soli: Manuale di Travel Coaching

Negli ultimi anni siamo diventati ancora più visivi, i social e la facilità con cui possiamo avere ottime macchine fotografiche anche su uno smartphone ci ha resi tutti vittima dello scatto perfetto.

Ormai si parla di “instaluoghi“, ossia luoghi fotogenici per instagram come per esempio molto spesso dei ristoranti particolari o degli hotel, ma anche dei luoghi che va di moda fotografare, ossia che tutti gli instagrammer o sedicenti tale vogliono a tutti i costi fotografare e sono martellanti su Instagram e Facebook. Volete qualche esempio?? Zante! Quante volte avete visto nella vostra vita foto di quella spiaggia mozzafiato con acqua azzurra e scogliera a picco, ma così anche come Bali o il Lago di Braies. Insomma prima di viaggiare veramente viaggiamo sui social, e io sono la prima a sfruttare questo mezzo, spesso prima di andare in un luogo faccio una ricerca sui profili di quel paese o tramite hashtag e cerco luoghi che mi piacerebbe visitare, anche qui a Bali, dopo ben 5 volte che ci sono stata, ho trovato una spiaggia che non avevo mai visto proprio grazie ad Instagram.

Tornando a come migliorare le nostre foto di viaggio, vorrei darvi dei consigli basati sulla mia esperienza personale, io ho sempre fotografato tantissimo fin da piccola, ma mi sono resa conto che solo negli ultimi anni ho iniziato a fare foto decenti e non solo perché anni fa ho fatto un paio di corsi di fotografia, ma perché scattando quasi ogni giorno della mia vita impari ad utilizzare la macchina in maniera migliore.

Come scattare foto di viaggio memorabili:

  • Soffermati sull’inquadratura

Molte persone scattano muovendosi, o con il cellulare usando una sola mano e guardando il paesaggio non dallo schermo, il risultato è che si scattano tantissime foto, per la maggior parte piatte e simili tra loro. Ti consiglio di individuare una scena interessante, che possa essere un dettaglio o un paesaggio, se hai modo inquadralo da un punto di vista non banale, ad esempio se è un paesaggio mettiti da un lato del belvedere e non frontale, inquadra bene, controlla la linea dell’orizzonte e poi scatta.

  • Identifica un tuo stile

La fotografia è come il cibo, c’è a chi piace il dolce a chi il salato, chi ama fotografare i volti chi i paesaggi, chi preferisce i teleobiettivi chi i grandangolo. Non c’è un approccio migliore dell’altro è solo gusto, ma dato che è quello che ci piace fare di più, sarà il nostro taglio distintivo. Se una cosa vi riesce bene o anche solo facile, portatela avanti perché darete il meglio di voi. Molto spesso ci lasciamo trasportare dalle mode o dai luoghi comuni. Vi faccio un esempio, io amo fotografare i paesaggi, non mi sento molto a mio agio con i volti e le foto delle persone, certo a volte li fotografo, ma non lo preferisco. Molti dicono che in Africa o in India il vero spettacolo siano i volti della gente, cosa verissima, ma se non vi piace immortalarli, voi dedicatevi ad altro, altrimenti non darete mai il meglio di voi.

Un post condiviso da Francesca Di Pietro (@viaggiaredasoli) in data:

  • Gioca con le simmetrie

In fotografia si dice che si deve sempre partire dalla regola dei terzi , ossia si divide l’immagine in terzi e si posiziona il soggetto nell’intersezione delle linee, evitando l’effetto palla al centro! Questa regola è molto usata anche per la liena dell’orizzonte, infatti si cerca nella maggior parte dei casi non posizionarla al centro della foto.

È una cosa che ovviamente fa davvero la differenza, ad esempio io non amo le foto con il soggetto in primo piano al centro davanti ad un paesaggio, vanno bene per un selfie da facebook, ma non se state facendo qualche scatto di viaggio di qualità.

Generalmente io preferisco mettere il soggetto sempre di lato e mai troppo grande, ma questi sono gusti personali ovviamente.

  • Studia la luce

Certo magari questo consiglio è più per chi scatta in manuale, invece che da mobile, ma a volte basta davvero poco per migliorare la luminosità anche da smartphone. Prima di scattare è sempre meglio verificare da che lato viene la luce naturale e mettere il soggetto sempre in luce e mai in ombra altrimenti verrà molto scuro e con il retro completamnte bruciato. Cosa diversa invece è se stiamo fotografando al tramonto perché la luce è molto più bassa e calda e mettere un soggetto contro luce fa un bellissimo effetto siluette, ma meglio metterlo di profilo o di spalle in modo che sia solo il contorno ad emergere.

Namibia - Deserto del Namib

  • Non dimenticarti dell’editing

Tutte le foto che vedete nella vita, sui social, sui giornali o in tv sono editate, questo non vuol dire fare fotoritocco e quindi ringiovanire vostra mamma o farvi crescere le tette, vuol dire solo modificare le curve del colore e della luminosità per rendere la foto più interessante o magari più distintiva. Ci sono mille mila programmi per l’editing, alcuni molto facili altri molto complessi come Lightroom. Personalemtne scatto troppo per modificare tutto il Lightroom, quindi io uso Snapseed o Iphoto che adesso ha implementato tantissimo gli strumenti, per alcune cose uso Photoshop e prima di pubblicare su Instagram sempre Vsco Cam.

Qualche TIPS per Instagram:

È il social del momento, se qualcuno di voi è andato in fissa come la sottoscritta, vi do i miei consigli in merito, e mi raccomando seguitemi su @viaggiaredasoli

  • Scegli accuratamente le foto:

Esisitono le belle foto di viaggio e le belle foto per Instagram, è un social network, ha le sue regole visive che cambiano diverse volte all’anno e vanno dai soggetti ai colori. Ad esempio sono anni che vanno di moda le porte e le finestre e l’altr’anno andava di moda la desaturazione totale, per fotuna quest’anno è ritornato il colore.

Quindi io per Instagram non pubblico solo una foto che mi piace, pubblico quella che può andare meglio per quel social e poi sempre di altissima qualità.

 

Un post condiviso da Francesca Di Pietro (@viaggiaredasoli) in data:

  • Individua un tuo stile

Su Instragam questo è addirittura più importante che in altri ambiti, dovrete essere riconoscibili, sempre soggetti simili o colori simili è l’opzione migliore. Infatti molti del settore se ne accorgono subito, ma chi è nuovo non se ne accorge, quasi sempre le foto di Instragram venono filtrati da VSCO il che da una traccia personale alle tue foto, perché è bene usare pochi filtri e ripeterli sempre in modo che la cromaticià delle vostre foto sia riconoscibile

Un post condiviso da Francesca Di Pietro (@viaggiaredasoli) in data:

  • Pubblica con costanza

Una foto al giorno è una buona media, ovviamente se questo non è il vostro lavoro o il vostro hobby, va bene anche molto meno, ma evitate una foto ogni due mesi perché la gente si sarà totalmente dimenticata di chi voi siate.

  • Studia!

Se ti interessa davvero crescere su Instagram e magari farlo anche diventare un lavoro o un secondo lavoro, ti consiglio di studiare molto, come in tutte le cose del resto; perché non è “metti una foto con qualche hashtag” purtroppo direi, è molto più complicato e oggi giorno crescere è molto difficile.

Io sto seguendo il corso InstAdvance e lo trovo molto completo; oltre che ad insegnarti come migliorare il tuo profilo ti spiega anche le regole nascoste nel social e come funziona a livello macro. Insomma un buon aiuto per i curiosi e per gli appassionati.

 

Francesca Di Pietro

Francesca Di Pietro

Psicologa e Viaggiatrice. Giro il Mondo e studio la personalità dei viaggiatori! Ho visitato più di 60 paesi molti dei quali da sola. Per me il viaggio è uno strumento di crescita personale. Ho creato questo sito per tutti quelli che amano viaggiare da soli o che vorrebbero iniziare a farlo.

Altri post di questo autore - Sito web

Seguimi sui Social
TwitterFacebookPinterestGoogle PlusYouTube

Newsletter
Iscriviti alla newsletter e ricevi gratuitamente l'ebook del Viaggiatore Felice
100% Privacy. Non ti invieremo spam.