La caratteristica principale del viaggio in solitaria per me è le condivisione, il bello di essere da soli è che hai sempre modo di incontrare nuove persone, di confrontarti di farti “svoltare la giornata”. Inizi una giornata da solo e non sai come la finirai, nei miei viaggi ho trascorso tantissime notti a bere birra con persone che non avrei mai avuto modo di incontrare a Roma.

Più viaggio, o forse dovrei dire più cresco e più mi rendo conto che le persone si uniscono per interessi. Avere idee comuni, passioni comuni ci avvicina, sì certo se incontro qualcuno in viaggio avremmo quello in comune, ma non sempre basta.

Io non ho mai viaggiato in bicicletta, ma conosco molte persone che sono cicloturisti, ossia che si muovono con solo la forza motrice delle proprie gambe. Spesso percorrono distanze enormi, ho intervistato ragazzi che hanno pedalato per tutta l’Asia, per tutto il Sudamerica, gente per cui le vette o i deserti non sono un problema.

Queste persone hanno esigenze diverse dalle mie, hanno giornate diverse dalle mie e secondo me vogliono chiedere consigli o confrontarsi con altri cicloviaggiatori.

Molto spesso i cicloviaggiatori viaggiano con la tenda al seguito, per risparmiare e per essere più liberi, per fermarsi a dormire quando capita, quando sono stanchi.

Oltre al Couchsurfing, la più grande piattaforma al mondo di ospitalità gratuita, esiste Warm Showers, perchè in effetti la cosa di cui ha più bisogno un cicloturista è una doccia calda.

Warm Showers è una piattaforma mondiale di ospitalità gratuita tra cicloviaggiatori, vi può sembrare nuova invece esiste dal 1993, prima era solo un archivio di persone disponibili poi si è trasformato in un vero e proprio portale, al momento gestito da volontari.

Al momento ci sono 124.000 membri suddivisi in 161 paesi, diciamo pure che avrete una doccia calda ovunque.

Il sistema funziona con un mutuo accordo. Ti iscrivi, ti presenti, e per essere ospitato devi anche tu ospitare, ovviamente se sei in viaggio puoi dirlo e in quel caso prometti di ospitare qualcuno al tuo ritorno. La piattaforma è totalmente gratuita e si basa sulla fiducia e il buon senso, due caratteristiche fondamentali in viaggio.

Se per caso un host non vi convince, non c’è nessun problema a declinare l’invito, il nostro sesto senso è molto sviluppato a farci allontanare dai reali pericoli, ascoltiamolo!

Oltre alla piattaforma hanno anche un gruppo Facebook di 27.000 utenti dove puoi chiedere informazioni sui percorsi o confrontarti per dei dubbi. Davvero utile.

Francesca Di Pietro

Francesca Di Pietro

Psicologa e Viaggiatrice. Giro il Mondo e studio la personalità dei viaggiatori! Ho visitato più di 60 paesi molti dei quali da sola. Per me il viaggio è uno strumento di crescita personale. Ho creato questo sito per tutti quelli che amano viaggiare da soli o che vorrebbero iniziare a farlo.

Altri post di questo autore - Sito web

Seguimi sui Social
TwitterFacebookPinterestGoogle PlusYouTube

Newsletter
Iscriviti alla newsletter e ricevi gratuitamente l'ebook del Viaggiatore Felice
100% Privacy. Non ti invieremo spam.