Non solo Via Francigena: 3 cammini in Italia che dovresti fare almeno una volta nella vita

Se camminare è la tua passione e stai cercando un cammino in Italia, devi sapere che la Via Francigena non è l’unica alternativa a tua disposizione.

Sicuramente è uno dei percorsi più famosi e più battuti (insieme al Cammino di Santiago in Spagna ovviamente!), ma non è l’unico: il nostro bel Paese vanta, infatti, una rete di sentieri turistici ed escursionistici che ripercorrono antiche vie dal forte valore storico e culturale e che nulla hanno da invidiare ai cammini più popolari. Ce n’è per tutti i gusti: sentieri naturalistici che attraversano monti e colline, itinerari storici che ripercorrono antiche strade romane, cammini religiosi sulle orme dei Santi più importanti di Italia.

Qualsiasi cammino sceglierai di percorrere verrai ammaliato dal fascino del turismo lento, scoprirai piccoli borghi dimenticati dal mondo moderno e una varietà di paesaggi naturali con colori da cartolina e profumo di libertà.

 

Ecco allora 3 cammini in Italia che dovresti fare almeno una volta nella vita:

 

1. La Via degli Dei

La Via degli Dei è il cammino che collega Bologna a Firenze. Si chiama così perché attraversa alcune località dell’Appennino Tosco-Emiliano come il Monte Adone, Monzuno (Mons Iovis, monte di Giove), Monte Venere e Monte Luario (Lua era la dea romana dell’espiazione).  È un percorso di 130 chilometri, divisibili in 6 tappe a piedi o 3 tappe in bicicletta, che ripercorre l’antica strada romana chiamata Flaminia Militare.

È un continuo sali e scendi tra boschi di castagni e immensi prati verdi, che attraversa borghi antichi ricchi di storia e di tradizioni culturali ed enogastronomiche. Insomma, una gioia per tutti e cinque i sensi!

2. La Via di Francesco

La Via di Francesco è il cammino che ripercorre i luoghi più significativi della vita di San Francesco d’Assisi, patrono di Italia. La via del nord parte dal santuario de La Verna in Toscana, dove il santo si ritirava per lunghi periodi di preghiera, ed è composta da 8 tappe; la via del sud invece parte da Roma ed è percorribile in 14 tappe. La meta finale è Assisi, città di nascita e di morte di Francesco.

Il cammino, attraversando le verdi colline umbre, permette di scoprire paesi e città percorsi dal Santo durante la sua missione di evangelizzazione: Città di Castello, Gubbio, Spoleto e Greccio (dove Francesco realizzò il primo presepe vivente della storia) sono ricchi di testimonianze artistiche sull’opera del Santo e sono affascinanti borghi medievali da visitare dove il tempo sembra essersi fermato.

3. La Magna Via Francigena

La Magna Via Francigena è un percorso di 160 chilometri divisibili in 8 tappe che collega Palermo ad Agrigento. Attraversa tutto l’entroterra della Sicilia passando per grandi spazi aperti e piccoli villaggi, dove si possono scoprire le radici più profonde della cultura siciliana e ovviamente assaggiare tutte le specialità culinarie che rendono l’isola famosa in tutto il mondo.

In tempi antichi questa strada collegava il Mar Mediterraneo con il Mar Tirreno, il Sud con il Nord, ed era crocevia strategico per commerci e conquiste di Greci, Romani, Arabi e Normanni.

I molti popoli che nel corso degli anni l’hanno percorsa, hanno lasciato la loro impronta sul territorio e hanno contribuito a creare il patrimonio artistico e culturale che la Sicilia oggi può vantare.

Feudo Muxarello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *