4 Luoghi creati solo per Viaggiatori Solitari

Ieri in un passaggio in radio mi hanno detto “Beh nessuno vuole viaggiare da solo tu perché lo fai!” ecco magari informati, non è proprio che nessuno voglia farlo anzi, oltre ad esserci una forte community anche legata a questo sito, da dati del Visa Global Travel Intentions Study dice che nel mondo il nostro fenomeno è aumentato del 10% nell’ultimo anno, mica male no?

E quindi quando la richiesta sale, cresce anche l’offerta, siamo passati dal supplemento singola agli hotel per viaggiatori solitari.

Io cerco sempre di fare ricerca, di scovare soluzioni adatte a noi, che ci permettano di migliorare la qualità del viaggio in solitaria. Dalle mie recenti ricerche ho trovato questi luoghi, ma se ne conoscete altri per piacere non esitate a suggerirmeli.

Ristoranti e Hotel creati solo per viaggiatori solitari

  1. Eremito

Sicuramente il primo in ordine di tempo e di importanza nel mio cuore. È il luogo dove da anni faccio il mio workshop sul Travel Coaching e non credo di cambiare location! È un monastero laico creato dalla grande esperienza e vision di un uomo meraviglioso, Marcello, bisognerebbe andare solo per ascoltare le sue storie. È un ascetismo contemporaneo, un eremo del 1300 ristrutturato con altissima tecnologia, tutto a risparmio energetico, un’esperienza costruita sul concetto del lusso della semplicità.È un tornare indietro togliendo, non c’è connessione, si mangia in silenzio, ci fa yoga ogni mattina, c’è una spa, ci sono 30 ettari ti bosco per camminare, quasi sempre è illuminato con candele, un’esperienza che non dimenticherete. Ovviamente ci sono solo camere singole.

Eremito in Umbria
Eremito in Umbria

2. City Hub di Amsterdam

È un hotel molto particolare, diciamo fatto per smart traveler ossia viaggiatori molto 2.0. Si fa il check in da soli tramite dei tablet, ti danno un braccialetto magnetico che ti permette di aprire le porte ed accedere ai vari servizi e hai un app attraverso la quale, gestisci molti elementi della tua camera, puoi incontrare e chattare con gli altri ospiti dell’hotel ed in più se vuoi, chiedi l’aiuto di angelo custode local. Ossia ci sono diversi ragazzi olandesi che mettono a disposizione il loro tempo e le loro conoscenze della città per entrare in contatto con i viaggiatori. Stupendo, perché non lo apriamo anche a Roma che divento subito angelo custode?

City Hub di Amsterdam
City Hub di Amsterdam

3. Eenmaal il primo ristorante con solo tavoli singoli

Sempre ad Amsterdam, un ristorante trasformista, fatto da tavoli solo per mangiatori singoli ma che dopo l’orario di cena si trasforma in un luogo per eventi. L’idea è che se ti trovi a mangiare da solo puoi trovare un locale accogliente e su misura per te, ma che una volta finito di mangiare tu possa incontrare facilmente altre persone simili a te.

4. Book and Bed

Un capsula hotel /libreria nel centro di Tokyo. Mi spiego meglio è un enorme spazio, nel quale son state ricavate delle capsule, ossa delle specie di loculi dove di solito la gente dorme in Giappone.

Le capsule sono in mezzo ad una enorme libreria così ognuno può avere il tempo di leggere e rileggere i libri, l’idea è di soggiornare e leggere, uno scambio tra sonno e letteratura. Ovviamente i libri devono restare nell’hotel. Che bellissima idea.

book and bed Tokyo
book and bed Tokyo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *