Fare volontariato con cani e gatti nel cuore di Capo Verde

Tra le meraviglie di Instagram c’è quella di entrare in contatto con persone che in altro modo non conosceresti mai. Così un po’ per caso ho conosciuto, per il momento virtualmente Silvia che da anni gestisce Simabo a Capo Verde nell’isola di Sano   Vincente.

Che cosa è Simabo?

Simabo è un’associazione che accoglie, cura e sterilizza i cani di Capo Verde. Come mi spiegava Silvia a Capo Verde non ci sono veterinari o quasi e nessuno sa operare per una sterilizzazione, ovviamente questo comporta che le isole siano piene di cani randagi. Anni fa iniziò a soccorrere cani e gatti per strada e in poco tempo sentì l’esigenza di creare una clinica che desse aiuto e supporto a tutti i cani che ne avessero avuto bisogno. Ora da lei c’è un veterinario fisso e delle infermiere veterinarie.

Per supportare tutto il lavoro necessario hanno deciso di creare una onlus che ospitasse volontari da tutto il mondo.

Che tipo di volontariato si può fare a Simabo?

Andare all’estero a fare volontariato vuol dire che sei seriamente impegnato per 2 settimane nel donare il tuo tempo ad una causa, non è solo un modo di fare una vacanza a basso costo. Se sei uno studente di veterinaria o di infermeria veterinaria puoi venire a fare pratica, se invece sei solo un’amante degli animali ci sono tante attività per te. Solitamente i volontari danno un supporto con gli animali, come lavarli, coccolarli o portarli fuori a fare delle passeggiate. Poi ci sono tante altre attività importanti e collaterali, come un supporto con i social media, con il marketing, un aiuto nel found-racing, diciamo che a seconda delle skills delle persone si trova l’occupazione migliore.

In molti casi si può essere coinvolti in altri progetti della comunità come collaborare nella protezione delle spiagge dove le tartarughe depositano le uova, pulire le spiagge, insegnare in qualche scuola del vicinato, giocare con i bambini dei villaggi, andare a visitare i bambini malati in ospedale.

I volontari dormono in una struttura dedicata a loro vicino alla clinica.

L’ostello di Simabo

Poco distante dalla clinica c’è un ostello vero e proprio che Simabo utilizza per racimolare la maggior parte dei fondi per le sue attività, è un classico ostello, con una vibe molto festosa, per due anni consecutivi è stato segnalato da Lonely Planet per il miglior ostelli di Sao Vincente. L’hotel è a 300 metri dalla spiaggia, in una location meravigliosa nel paesino di Mindelo, uno dei più vivi e giovani dell’isola.

Come si può aiutare Simabo?

  • Adottando un animale

Gli animali recuperati a Capo Verde possono essere adottati in Europa previo un processo articolato di documenti e vaccinazioni. L’associazione si occuperà di tutto, dalla sterilizzazione, ai vaccini, al libretto sanitario, fino alla documentazione per l’imbarco. Questo processo può durare fino a 4 mesi e può essere attivato previa donazione di 200€ per supportare i volontari in questa causa laboriosa.

  • Puoi fare una donazione

A questa pagina troverete direttamente il link che vi permetterà di donare la cifra che preferite.

  • Puoi adottare a distanza

Se non hai modo di portare con te un piccolo peloso capoverdiano, puoi adottarlo a distanza. Puoi scegliere nella gallery fotografica l’animale che ti piace di più e scegliere di sponsorizzarlo, i tuoi contributi mensili aiuteranno l’animale a ricevere cibo e cure adeguate e costanti. Nei mesi successivi riceverete notizi e foto sullo stato del cane.

  • Raccolta Materiali

Essendo Capo Verde un arcipelago isolato nell’oceano non è semplicissimo trovare materiale necessario così come le medicine che gli animali necessitano. Simabo ha bisogno di trasportini, guinzagli, ciotole museruole, pettorine, medicine, strumenti chirurgici, sul sito troverete la lista degli oggetti necessari; è sempre consigliato contattarli prima in modo da organizzarsi bene con la spedizione.

  • Fare Volontariato

Come ho scritto sopra si accettano volontari di ogni tipo per un tempo minimo di due settimane.

 

 

 

 

 

Francesca Di Pietro

Francesca Di Pietro

Psicologa e Viaggiatrice. Giro il Mondo e studio la personalità dei viaggiatori! Ho visitato più di 75 paesi molti dei quali da sola. Per me il viaggio è uno strumento di crescita personale. Ho creato questo sito per tutti quelli che amano viaggiare da soli o che vorrebbero iniziare a farlo. Ho pubblicato: Il Bello di Viaggiare da Soli: guida al travel coaching per ottenere il massimo da noi stessi edito Feltrinelli.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterestGoogle PlusYouTube

1 commento

  1. Avatar

    Che bellissima iniziativa! 🙂

    Rispondi

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter
Iscriviti alla newsletter e ricevi gratuitamente l'ebook del Viaggiatore Felice
100% Privacy. Non ti invieremo spam.