Cristian Barbarino: Mi piace definirmi un creativo sognatore del mio “viaggio” chiamato vita. Per passione / professione graphic designer (in arte Graficoach) ho scelto la conoscenza attraverso i viaggi come mio obiettivo di vita. Amo la formazione, la crescita personale e la spiritualità. Vivo facendo ciò che mi rende felice mettendomi in gioco ogni giorno. Sono il primo fan di me stesso… questa è la mia motiv-azione! Potete seguirmi su Motivandome.com

1. Che cosa ti ha fatto prendere coraggio e partire?

Era troppo tempo che procrastinavo la decisione di inseguire il mio sogno.

Davo la colpa al fatto che non voleva venire nessuno con me, in realtà avevo soltanto paura di fare il mio primo viaggio in solitaria. Così, una mattina come tante, mi alzo e mi domando: ma se avessi ancora 1 mese di vita dove andrei? La risposta è stata: CALIFORNIA. Così, armato di coraggio, ho prenotato 😉

 2. Quali erano le paure che hai dovuto affrontare nel tuo primo viaggio da solo e come hai fatto a superarle?

Quella più grande di tutte è stata la non condivisione. La paura di non avere nessuno accanto per fare 2 parole, per emozionarti o semplicemente per bere un caffè. Poi, solo viaggiando, scopri che non sei mai veramente da solo ma per strada trovi un sacco di amici, prima di tutto “te stesso”. Per il resto, è stata davvero una passeggiata.

viaggiare da soli in California_

3. Hai mai avuto paura di non farcela o ti sei trovato in situazioni in cui non sapevi come cavartela?

In realtà al contrario, avevo paura di farcela, di aver già programmato tutto per filo e per segno che mi stavo quasi annoiando. Ho cominciato a divertirmi davvero quando mi sono lasciato guidare dalla vita senza più programmi alla mano. Se parti con la paura, non puoi fare altro che generarne altrettanta! Anche perché diciamoci la verità, quando sei solo, la paura te la fai passare alla svelta 😉

4. Ti definisci un GrafiCoach e dai molta importanza ai colori: tu in quale ti sei identificato nel tuo viaggio in California?

Nel mio viaggio in California mi sentivo rosso (passione) e un po blu (sognatore), un po come la bandiera stelle e strisce degli Stati Uniti. Secondo me ogni viaggio ha un suo “colore”, spesso legate all’energia del posto e sopratutto alla tua… tutto sta a scoprire, che colore sei.

viaggiare da solo in california

5. Rimanendo in tema di colori: A coloro che si definiscono in un “periodo nero” cosa consigli?

Di non prendere la vita con troppa serietà, più leggerezza e di colorarsi un po, sopratutto nell’abbigliamento. Sono in molti che sottovalutano come i colori influenzano la nostra vita a livello energetico, tuttavia amano usare i neri e i grigi per “abitudine”. Quindi consiglio che quando la tua giornata “ti sembra” nera… colorala tu!

6. Come organizzi il tuo lavoro di grafico mentre sei in viaggio?

Serve in primis un po di disciplina e pianificazione, poi ti basta una connessione wifi e il gioco è fatto. In USA è risaputo che in ogni angolo c’è un free wifi, perfino al bancomat! Caffetterie o spazi di lavoro coworking sono la cosa migliore per lavorare in tranquillità. Se queste non dovessero bastare o fai fatica a trovarli, rimane sempre la tua stanza d’albergo/ostello che di notte è magnifica per lavorare 😉

7. Che consigli pratici daresti a chi vuole viaggiare da solo in California?

Di tenere conto che la California è davvero GRANDE, ma non lo capisci finché non ci vai. Per spostarsi da una città all’altra ci vuole almeno 1 ora e mezza di macchina e molto spesso ti troverai da solo con te stesso in strade infinite e paesaggi lunari. Se sei pronto a passare molto tempo con te stesso… vai!

motivando-california da solo

8. Ti ritieni una persona fortunata o credi che sia tutta una questione di motivazione?

Non credo alla fortuna, tutto ciò che ho ottenuto nella vita me lo sono sudato, con tanto coraggio e tanta forza di volontà. Nulla accade per caso, do una motivazione a tutto ciò che mi succede o che faccio accadere. Se credi alla dea bendata meglio che giochi al gratta e vinci… così capirai se esiste davvero.

9. Cosa hai imparato da questo viaggio in California?

Che quando si viaggia da soli, non si è mai veramente soli e che per affrontare uno stato così grande come la California basta solo una cosa… la voglia.

Per me la California era il “sogno nel cassetto” pertanto non ho fatto altro che inseguire il mio sogno e farlo diventare realtà.

viaggiare da soli in california

10. Cosa credi che la California dia di speciale ad un viaggiatore solitario?

La California è davvero magica, sarà perché è bagnata dall’Oceano Pacifico (che ha un energia pazzesca) o semplicemente perché ha tanto da regalare a livello naturalistico.

In poco tempo ti ritrovi dalle coste del pacifico, immerso nei grandi parchi fino alla mondanità di una città come San Francisco… senza escludere ovviamente una tappa tra i big della Silicon Valley! Dopotutto l’era dei social in cui viviamo è nata da lì!

Elisa Sanguanini

Elisa Sanguanini

Pubblicitaria, professoressa di grafica e fondatrice dell'Associazione Kokeshi, adora viaggiare e trova sempre la scusa di andare in Giappone o in qualche stato dell'Asia. Vorrebbe passare le giornate in kimono a mangiare sushi e pizza assieme alla sua anima a quattrozampe, che la segue ovunque (tranne quando ci sono da prendere gli aerei). Gli aforismi preferiti sono chiaramente giapponesi: "se fai una cosa che ti piace con entusiasmo, diventerai più bravo a farla" e "la forza di volontà attraversa anche le rocce".

Altri post di questo autore - Sito web

Seguimi sui Social
TwitterFacebook

Newsletter
Iscriviti alla newsletter e ricevi gratuitamente l'ebook del Viaggiatore Felice
100% Privacy. Non ti invieremo spam.
Ischia Yoga + Trekking27-29 Settembre

Un bellissio weekend di Settembre ad Ischia, in un hotel da sogno nel paesino di Sant'Angelo, faremo yoga, meditazione, camminate sul Monte Epomeo e possibilità di andare alle terme.

Iscriviti Subito