Come sapete mi piace scoprire percorsi avventura, ovunque nel mondo, specialmente in Italia, perchè non si sa come mai, ma quando si va all’estero siamo tutti rambo che ci buttiamo nelle cascate o facciamo rafting sulle rapide, ma a casa nostra, spiaggia e pranzo vista mare! Ovviamente sono ironica, ma un po’ è vero! #yogaround

Così nel mio bellissimo viaggio in Sicilia durante un week end a Cefalù, ho avuto modo di conoscere le Gole di Tiberio, diciamo un po’, un concetto simile alle Gole dell’Alcantara, ma nel Parco delle Madonie. Infatti la vera svolta è stata che ho conosciuto i ragazzi di Madonie Outdoor, dei veri esperti, ma soprattutto appassionati del loro territorio. Con loro è possibile esplorare il parco in maniera decidamente diversa, hanno escursioni di ogni tipo e per ogni stagionalità, dalle ciaspolate, al nordic walking ,alle traverate in gommone arrampicate e altri sport.

Quello che ho fatto io è stato l’attraversamento delle Gole di Tiberio, che si sviluppano per una superficie di circa 450 metri, i primi 100 metri si percorrono a piedi, l’acqua è bassa ed il percorso è molto facile, i successivi 250 metri si percorrono con il gommone, le pareti sono alte più di 50 metri, in molti punti l’acqua è alta 8 metri e si possono vedere sul fondo tantissime anguille. Il percorso in gommone è a remi, assolutamente non simile al rafting, è un modo per vedere le gole da sotto. I ragazzi di Madonie Outdoor racconano le mostrano le varie formazioni geologiche, i fossili di conchiglie ancora visibili, i passaggi che in passato venivano usati dai pastori e dai briganti per attraversare il fiume in inverno. Remando si arriva dall’altro lato, dove c’è un’altro sentiero tra acqua e rocce e poi diverse spiaggette dove nuotare e tuffarsi.

Nei secoli questi luoghi sono stati ogetto di varie legende, ad esempio si pensava che le gole non avessero fondo, ma un tunnel sotterraneo di 10km che portava direttamente al mare, infatti in dialetto questo punto viene chiamato “l’ombelico”. La verità è che in questo punto di sono diversi cambi di profondità e le rocce che circondano questo punto creano delle correnti molto forti infatti anche il gommone non può attraverarlo.

Attrezzatura necessaria:

Si può percorrere le grotte in costume da bagno o se avete freddo una maglietta da surf, considerate che vi bagnerete parecchio, sicuramente fino alla pancia. Non è consigliabile percorrerele scalzi perchè si scivola e vi potete anche tagliare, molti cammiano con le scarpe da ginnastica, io lo sconsiglio perchè si rovinano inutilmente. All’ingresso delle Gole il bar vende delle scarpette da scoglio a 10€ assolutamente consigliato.

Francesca Di Pietro

Francesca Di Pietro

Psicologa e Viaggiatrice. Giro il Mondo e studio la personalità dei viaggiatori! Ho visitato più di 60 paesi molti dei quali da sola. Per me il viaggio è uno strumento di crescita personale. Ho creato questo sito per tutti quelli che amano viaggiare da soli o che vorrebbero iniziare a farlo.

Altri post di questo autore - Sito web

Seguimi sui Social
TwitterFacebookPinterestGoogle PlusYouTube

Newsletter
Iscriviti alla newsletter e ricevi gratuitamente l'ebook del Viaggiatore Felice
100% Privacy. Non ti invieremo spam.