Gli altri mi fanno sentire un alieno, ma io parto da solo!

Qualche giorno fa mi ha scritto Fabrizio, raccontandomi la reazione che hanno avuto i suoi amici e conoscenti quando ha detto loro che sarebbe partito da solo, ho pensato che fosse una cosa comune a molti italiani e ho deciso di chiedergli come ha affrontato le resistenze altrui dicendo: io parto da solo!

1. Cosa ti ha spinto a viaggiare da solo?

Circa due anni fa volevo organizzare una tre giorni ad Amsterdam e stavo cercando compagni di viaggio con cui condividere questa esperienza pero nessuno era interessato e preferiva andarci o tra coppie o con altre persone. Alla fine mi sonp detto: ho deciso parto da solo!!! perche se aspetto gli altri viaggero’ tra 50 anni. Il viaggio ad Amsterdam di due anni fa e’ stato il mio battesimo da viaggiatore solitario. In due anni ho visitato tantissime citta’ come Parigi, Monaco, Amsterdam, Madrid, Ibiza, Londra, Dublino, Barcellona, Valencia, Mallorca, Berlino, Praga, Vienna, Salisburgo, Stoccolma e Saragozza.
parto da solo

2. Cosa ti hanno detto le persone quando hai detto loro che avresti iniziato a viaggiare da solo?

Parecchi mi prendono in giro e si burlano di me dicendo cose come: “che sfigato quello che viaggia da solo, ma vai dallo psicologo, fatti curare ecc…. ” ormai non ci faccio piu caso pero’ peccato che in Italia ci sta una gran fetta di persone che la pensano cosi…bisogna rispettare noi viaggiatori  abbiamo un cuore un anima dei sentimenti e tanta voglia di vedere il mondo.

3. Come ti sei sentito ad ascoltare le loro parole?

Devo dire che mi hanno abbastanza ferito i primi tempi, poi all’inizio ho smesso di ascoltarli perche le loro opinioni non mi interessano, io sono io e faccio quello che mi piace, la liberta è una cosa meravigliosa e io ne sto usufruendo alla grande.
Parto da solo

4. Hai provato a far cambiare loro opinione?

Si ma nulla; io ci ho provato, ma se non vogliono cambiare sono problemi loro e non miei. Io sono fiero delle mie scelte e di quello che faccio nella mia vita , viaggiare è una cosa meravigliosa, ti cambia la vita se potessi partirei tutti i weekend.

5. Secondo te perché le persone, in Italia, pensano che viaggiare da soli sia da sfigati?

 Questa e’ una domanda che mi faccio da tempo forse abbiamo una mentalita troppo arretrata e siamo stati educati troppo a pane reality e stereotipi. Mi dispiace molto per questo infatti in un sito tempo fa avevo letto che siamo il paese meno poliglotta e sappiamo poco e niente cavarcela da soli. Bisogna prendere esempio da paesi come la Germania,  nord europa e  Giappone che hanno una ottima mentalita sul concetto di viaggiare.

6. Come ti sei sentito mentre eri in viaggio?

Devo dire che nei viaggi in solitaria ho degli alti e qualche basso. Gli alti sono che mi godo fino in fondo il posto che visito e evado dallo stress quotidiano e dalla realta, inoltre sono un grande appassionato di fotografia e mi piace molto scattare foto, ogni viaggio faccio in media dalle 200 alle 500 foto;  i bassi sono quando mi confermo a riflettere che molti dei miei amici non hanno le mie stesse passioni.
parto da solo

7. Che vantaggi ci sono nel viaggiare da solo?

Ogni cosa nella vita ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi: i vantaggi sono che da soli si puo scegliere liberamente dove andare cosa fare come si vuole senza dipendere e ne rendere conto a nessuno, inoltre da soli c’e piu possibilita di conoscere altri viaggiatori solitari per esempio negli ostelli . L’unico svantaggio forse è non poter condividere le proprie esperienze con qualcuno che conosci da tempo, anche se credo fermamente che se si vuole viaggiare in compagnia, le persone bisogna scegliersele bene,; altrimenti meglio soli che male accompagnati. Questo non vuol dire che non mi piace viaggiare in compagnia, anzi, chiunque voglia condividere questa passione con me è il benvenuto, a me fa sempre piacere incontrare nuove persone.

8. Secondo te lo possono fare tutti?

Certo che lo possono fare tutti, ci vogliono dei piccoli requisiti che si possono acquisire poco alla volta ad esempio: fiducia in se stessi, autocontrollo e tanta voglia di vedere nuovi mondi. Non abbiate paura che il viaggio si gode più da soli che la compagnia sbagliata. Io continuerò a farlo, ad esempio quest estate faro’ un bel tour alle Canarie. Spero un giorno di uscire dal vecchio contiente e vivermi gli Usa, il Canada e il Sud America.
1 comments on “Gli altri mi fanno sentire un alieno, ma io parto da solo!
  1. Sono disposto a sfidare la gente, mia moglie compresa che durante le mie ferie vuole pitturare la casa. Stop ai villaggi, frequentati per i figli.
    Stop a viaggi banali da parrocchia o quasi, vorrei fare viaggi che sogno da una vita, con dei buoni compagni di viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *