Cosa fare a Nardò e dintorni- Salento in Estate- Puglia

Il Salento è uno dei luoghi più amati della Puglia, sicuramente meraviglioso, quello che non riesco a capire è perché la gente si limiti ad andarci solamente in agosto; basta uscire leggermente dal mese più caotico dell’anno per avere una vacanza meravigliosa, rilassante, con poca gente, e nelle spiagge tantissimo spazio a tua disposizione, mare incantevole, negli ultimi anni sono stata in Salento sia a Giugno che a Settembre ed è stato magnifico.

Per due stagioni consecutive ho organizzato due retreat di yoga a Nardò e ho avuto modo di girare la zona e conoscerla meglio.

 

Cosa fare a Nardò:

La cittadina di Nardò è davvero bellissima, questa zona è stata terra di latifondi per secoli e molte famiglie ricche avevano il loro palazzo in centro, per questo motivo troverete bellissimi palazzi nobiliari, con grossi fregi e rifiniture lungo tutto il centro storico. Molti di questi palazzi ora sono stati trasformati in alberghi di charme. Da non perdere la visita alla villa comunale con il suo bellissimo giardino, teatro di molti matrimoni locali

Piazza Salandra è la piazza principale di Nardò, con il suo obelisco barocco inconfondibile, vi suggerisco di perdervi nelle piazzette e nei vicoletti della città, lasciandovi di bar in bar un caffè leccese ed un aperitivo.

A mio parere Nardò è un ottimo punto di partenza per esplorare questo lato del Salento, si possono raggiungere in giornata molte spiagge da sogno e paesini interessanti e si rimane comunque lontano dal caos puro, tipico dei centri vicini come Gallipoli.

Dove dormire a Nardò:

At the Aia: sono molto legata a questo luogo perché è dove faccio i miei Retreat di Yoga, ovviamente la vive mi piace un sacco è una masseria piccolissima, con sole 7 camere, immersa nella natura, hanno l’azienda agricola, la proprietaria è una ragazza dolcissima italo newyorkese, che è tornata nella sua terra natia che ama follemente. Oltre la buonissima colazione si può cenare con prodotti a km 0, ci fanno corsi di cucina, di yoga, massaggi, c’è una splendida piscina, è ovviamente dog-friendly e vicinissimo a tutto.

Relais il Mignano: è un bellissimo palazzo nobiliare trasformato in relais, curassimo, panoramicissimo, con terrazze meravigliose e ha anche un ristorante molto buono ed elegante.

Porto Selvaggio:

questo è il mio luogo preferito della zona, sono forse contro tendenza perché è quello di meno facile accesso e soprattutto come suggerisce il nome più selvaggio,perché essendo un parco regionale al suo interno non ci sono punti ristoro o strutture attrezzate. Il Parco di Porto Selvaggio abbraccia un’area di più di 1100 ettari,  ci sono vari ingressi, vi suggerisco quello più a nord perché è il più vicino ad una grande area parcheggio. C’è una grandissima pineta che copre tutta l’area lasciando scoperti solamente le coste, questo per me è un grande valore aggiunto perché è possibile avere l’ombra facilmente,  il che è perfetto per chi come me non ama stare troppo al sole o per chi viaggia con i cani. Vi consiglio di fare una bella passeggiata nel parco, potete costeggiare il mare, visitare la grotta del cavallo, arrivare facilmente alla super scenografica torre normanna. Anche via mare la costa svela delle magnifiche grotte, quelle che ho visto io erano molto ampie e sicure, ti permettevano facilmente di trovarti proprio sotto la scogliera.

Punta Lapillo:

Questa spiaggia è davvero stupenda, perfetta per chi ama la sabbia e i bassi fondali, ci sono molti stabilimenti lungo la costa, o piccoli ristoranti vista mare. La spiaggia non è molto profonda e costeggia centri urbani quindi se pensate di andarci in agosto o nei weekend considerate ch potrebbe essere molto affollata. Vi consiglio di comprare un ombrellone perché non c’è alcun tipo di ombra. È perfetta per le passeggiate perché abbraccia davvero un bel pezzo di spiaggia.

Punta Prosciutto:

Spiaggia iconica di questo lato del Salento, ci sono molti stabilimenti “stilosi” con tanto di festa all’aperitivo che accolgono una clientela molto giovane, altrimenti come ho fatto io, si può trascorrere la giornata sulla spiaggia libera e la sua meravigliosa acqua turchese intenso. Non limitatevi al mare, andate anche ad esplorare le sue bellissime dune proprio alle spalle della spiaggia, meglio se verso il tramonto quando non fa troppo caldo.

Santa Caterina:

Il piccolo borgo marinario di Santa Caterina è davvero delizioso, le sue spiaggie cittadine fatte di scogli o calette di sabbia fanno invidia a tutti. Il porticciolo ha l’acqua talmente limpida che fa venire voglia di tuffarsi immediatamente. Oltre che per un bagno al volo, vi consiglio Santa Caterina per un pranzo o una cena vista mare, ci sono dei buonissimi ristoranti proprio sull’acqua, un’atmosfera incredibilmente medierranea.

 

Porto Cesareo:

Un piccolo paesino sulla costa molto amato dai giovani, tra le sue cose bizzarre ricordiamo la statua di Manuela Arcuri che si trova proprio in prossimità del porto. È una località molto amata perché ha un mare spettacolare raggiungibile anche a piedi, una buona vita notturna e molti stabilimenti modaioli, dei miei amici mi hanno suggerito il Taboo.

Questa zona è anche molto amata dai divers perché ci sono fondali molto interessanti, 7 colonne di marmo di origine romana, risalenti a 1800 anni fa e a Torre Inserraglio si trova un relitto risalente allo sbarco in Normandia, il Neuralia. Poco distante da Porto Cesareo troviamo anche l’Isola dei Conigli, raggiungibile o a nuoto o con qualche piccola barca di pescatori, si trovano specie di flora e fauna davvero particolari, come l’iris revoluta un fiore dalla tonalità viola intenso; se siete fortunati in queste acque potete osservare anche le tartarughe Caretta Caretta.

Gallipoli:

Forse perché nn sono più ventenne, ma a parer mio se cercate un’esperienza di relax e bellezze locali vi suggerisco di andare a Gallipoli in giornata, è una cittadina molto carina, ma davvero troppo turistica, con molto caos e un turismo concentrato davvero tanto sul divertimento, niente di sbagliato in merito, sicuramente anni fa ci sarei andata, ma ora cerco altro. Mi è piaciuta molto da visitare, ammetto che ci sono stata in settembre, ma ha delle stradine carine, negoziati tipici, un bel colpo d’occhio dei bastioni sul mare con la piaggia sotto. Consiglio una visita al Castello di Gallipoli, completamente circondato dal mare turchese, è un pezzo di storia davvero importante, creato dai romani, ripreso nell’alto medioevo e reso unico in epoca bizantina; all’interno ci sono esposizioni permanenti e anche temporanee, mi è piaciuto molto e vi confermo che i cani possono accedervi. Un suggerimento culinario, una puccia alla Baguetteria De Pace, c’è sempre fila ma vale veramente la pena!