Come avrete sicuramente notato, negli ultimi anni ho iniziato a raccontare di più i luoghi a me molto familiari, non so perché ma in passato mi sembrava strano scrivere di luoghi che fanno parte della mia vita, credo che il motivo principale sia perché non li ho mai visitati con “occhio blogger” e quindi è più difficile trovare un filo conduttore.

Da napoletana ovviamente sono stata decine di volte nella mia vita a Ischia, fin da quando ero piccolissima, ma per scrivere questo articolo ho anche chiesto consiglio ai miei amici habitué che sicuramente sono più aggiornati di me su molti aspetti.

Ischia è soprannominata l’Isola Verde (per distinguersi da Capri che è l’Isola Blu) sicuramente per i suoi tanti percorsi naturalistici, ma anche per la sfumatura di verde che le piante danno all’acqua. Qui di sotto trovate una selezione delle mie spiagge preferite di Ischia, alcune di loro possono essere molto affollate in agosto, sono in ordine casuale e sono state scelte per la bellezza della baia e dell’acqua non della loro esclusività.

Le spiagge più belle di Ischia:

Cartaromana:

è una spiaggia piuttosto piccola e di non facile accesso da terra. Si trova in località San Michele, in prossimità del Castello Aragonese, infatti diciamo che la vista è super! Per arrivarci a piedi occorre superare il cimitero e proseguire diritto e vedrete la strada diventare un sentiero lastricato, poi scendete per 100 scalini e siete arrivati.  Oltre alla vista meravigliosa c’è anche un punto in cui ci sono delle sorgenti sulfuree in acqua. Per chi volesse risparmiarsi la strada esiste un servizio taxi del mare da Ischia Ponte. Non tutti sanno che, come suggerisce il nome, questo punto era occupato da ville romane, infatti sono state ritrovate delle bellissime statue e molto spesso ci si imbatte in archeologi che fanno ricerche subacquee.

San Montano:

si trova in un’insenatura dove la leggenda vuole che una dei Santi Patroni dell’isola, Santa Restituta, sia sbarcata lì proveniente dall’Africa. È una spiaggia molto amata, sabbia fine, fondali bassi e acqua limpida. Dotata di parcheggio, stabilimento balneare attrezzato, attrezzature per sport acquatici.
Domina la baia il Parco Idrotermale Negombo, dotato di varie piscine d’acqua di mare e termale, il mio preferito. Si trova in località Lacco Ameno raggiungibile facilmente con un bus.

Maronti:

è la spiaggia più grande di Ischia, ha un arenile lungo 3km ed è quella che si può osservare dalla cima del Monte Epomeo. Questa spiaggia offre molti stabilimenti ed è uno dei posti più indicati sull’isola per fare windsurf e kitesurf. Consiglio local “bagno Muga” dove il piatto migliore è l’insalata dei Maronti fatta solo con prodotti locali. Ad ogni modo anche questa spiaggia conserva i segni della natura di questo luogo, c’è una cava di tufo e camminando si va verso le Terme di Cavascura e raggiungere le “Fumarole”, l’ultimo tratto di spiaggia accessibile anche dalla Madonnella, la parte alta del vicino borgo di Sant’Angelo. Unica precauzione badare a dove si mettono i piedi, perché in alcuni tratti la temperatura della sabbia supera i 100°C per via della risalita di sorgenti sulfuree dal sottosuolo fin sul bagnasciuga. Il rovescio della medaglia è la possibilità, esclusiva, di poter fare il bagno anche in inverno. A patto, ovviamente, che la giornata lo consenta.

 

Spiaggia degli inglesi:

per arrivarci è necessario percorrere un sentiero di scale in pietra adornato di glicini e bouganville, oppure imboccare una stradina poco distante dalla banchina olimpica del porto. Si può anche usufruire del comodo servizio taxi boat sia dal porto che dal borgo di Ischia Ponte. È spesso scelta dalle famiglie con bambini per il fondale basso e perché il sole batte solo dalle 11 alle 16 in estate.

Citara:

questo luogo era molto amato dai romani per le sue sorgenti termali infatti fu dedicato a Venere Citarea da cui prende il nome, fu in passato anche ritrovata una statua di marmo bianco che ritraeva questa divinità, ma negli anni venne distrutta. Si trova nel comune di Forio ed  è al lato dei Giardini Poseidon uno dei complessi termali più famosi dell’Isola.

Cava dell’isola:

si trova nel comune di Forio, sono ciottoli vulcanici scuri e l’acqua molto intensa dato che il fondale è subito profondo; situata tra due promontori di roccia tufacea. Consiglio local: pranzo al ristorante bar La Capannina famosa per il bruschettone.

San Francesco:

anche essa nel comune di Forio, sul lato destro è sormontata dallo spettacolare promontorio di Punta Caruso, c’è una bellissima grotta amata dai pesciolini, posto perfetto per chi ama gli scogli e un po’ di tranquillità.
Questa spiaggia è adatta per gli appassionati di sport acquatici, inoltre è una stupenda cornice per una cena sulla spiaggia, da ragazzina ci venivo spesso a mangiare la frittura e adoravo il fatto di poter stare scalza con i piedi nella sabbia.

San Pancrazio:

è una baia bellissima con un’acqua cristallina, dopo le recenti mareggiate è  raggiungibile solo via mare partendo dal porto di Sant’Angelo. È possibile arrivare alla Grotta del Mago, un luogo davvero meraviglioso nel quale rimarrete sorpresi della trasparenza dell’acqua. Questa è una delle baie dove si possono effettuare le immersioni più belle dell’isola, si scende fino a -45 mt e i giochi di luce sono meravigliosi, si sono una serie di piccole caverne dove poter entrare e incontrare, pesce san pietro, pesce luna, polipi.

Sorgeto:

ammetto che questa è la spiaggia di Ischia che mi ha da sempre più affascinato. Come suggerisce il nome, ci sono delle sorgenti d’acqua termale nel mare, quindi l’acqua è in alcuni punti molto calda e in altri la spiaggia crea dei fanghi naturali. Storicamente i villeggianti venivano qui per farsi i fanghi e mettevano sotto la sabbia del pollo nella carta stagnola o delle uova per farli cuocere durante la giornata dato che ci sono punti in cui la sabbia arriva anche a 100C gradi. In questa spiaggia è molto consueto fare il bagno di notte o in inverno, dato che l’acqua del mare arriva ai 37-38C gradi. La spiaggia è accessibile con una ripida scala di 300 gradini o comodamente con un servizio di taxi boat dal porto di Sant’Angelo.

Scannella:

io adoro questo posto e l’ho scoperto relativamente da poco perché ci ho organizzato un mio ritiro di yoga, si trova a Panza è un hotel che in realtà prende tutta la collina fino al mare, ha tre piscine termali e la spiaggia privata. Si può andare solo in giornata come uno stabilimento, ma ovviamente è a numero chiuso, invece se alloggi hai diritto all’accesso in spiaggia.



Booking.com

Ischia: fare trekking sul Monte Epomeo

Le 5 spiagge più belle di Capri da non perdere

Francesca Di Pietro

Francesca Di Pietro

Psicologa e Viaggiatrice. Giro il Mondo e studio la personalità dei viaggiatori! Ho visitato più di 60 paesi molti dei quali da sola. Per me il viaggio è uno strumento di crescita personale. Ho creato questo sito per tutti quelli che amano viaggiare da soli o che vorrebbero iniziare a farlo.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterestGoogle PlusYouTube

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter
Iscriviti alla newsletter e ricevi gratuitamente l'ebook del Viaggiatore Felice
100% Privacy. Non ti invieremo spam.