Le 10 spiagge più belle della Corsica

Se quest’estate state cercando una destinazione lenta, dove perdere il senso del tempo e immergervi in colori tenui e rilassanti la Corsica è la destinazione che fa per voi. A parer mio il modo migliore per esplorarla è girarla in macchina o in moto, in modo da avere massima liberà, io ci sono andata in macchina prendendo uno dei comodissimi traghetti Corsica notturno e svegliandomi con un cielo rosa su Bastiglia, un’alba che no dimenticherò mai.

Anche se in quest’articolo vi parlerò prettamente di spiagge, vi consiglio di prendervi il vostro tempo per visitare bene i paesini e le bellissime colline e montagne che rendono unica quest’isola. È un luogo perfetto anche per tutte le persone che amano fare trekking e per chi, come me, ama viaggiare con il cane, infatti le spiagge libere della Corsica sono accessibili ai nostri amici pelosi.

Se siete diretti all’esplorazione della costa e delle spiagge non possono mancare delle scarpette da scoglio, perché molte spiagge hanno i ciottoli o scogli o è necessario un bel tratto a piedi per raggiungerle. Indossate sempre un cappello a falde larghe per proteggervi dal sole, un ombrellone e tanta acqua perché praticamente nessuna è attrezzata.

Le spiagge più belle della Corsica:

 

  1. Spiaggia di A Testa

A ovest di Bonifacio. Si può raggiungere a piedi con una passeggiata di circa una mezz’ora dal parcheggio del Club Eole. È da anni protetta dal Conservatoire du Littoral pittosto isolata anche in alta stagione.

  1. Spiaggia Della Tonnara

Questa spiaggia è particolarmente adatti per gli appassionati del surf e della vela, infatti è quasi sempre molto ventosa e perfetta per questi sport. Il vento rende l’acqua molto pulita e la permanenza in spiaggia piacevole. Si trova non molto distante da Bonifacio, vicino il paesino di Sartène. Per gli amanti degli scorci e dei panorami dalla spiaggia principale potrete godervi una vista unica sulle Isole di Tonnara. La caratteristica principale di questa spiaggia è il color tonno (o salmone) della sabbia che spiega anche il suo nome. Immaginate di aggiungere lo scenario delle rocce e l’azzurro profondo del mare e avrete un’idea di quello che potrete trovarvi di fronte.

  1. La Spiaggia Di Piantarella

Sulla strada Punta dello Sperone, si arriva in un bellissimo punto dove è possibile osservare i resti di un sito romano del I secolo, se guardiamo verso il mare, invece si possono trovare fieri e eretti gli isolotti di Ratino e Piana. Proprio in questo punto sorge la spiaggia di Pantarella, anch’essa spesso ventilata, ma mai troppo, è per molti il punto migliore per imparare ad avvicinarsi agli sport di vento, infatti ci sono anche centri che affittano attrezzatura o che organizzano lezioni private e di gruppo.

  1. Spiaggia Di Calalonga

In realtà questa spiaggia non è una sola grande distesa di sabbia ma sono tante piccole calette, che possono garantirti pace e tranquillità, sono tutte abbastanza riparate e c’è poco vento.

  1. Spiaggia Di Palombaggia E Spiaggia Di Tamariccio

Si trovano in direzione Portovecchio e sono praticamente attaccate è per questo che ve le descrivo insieme. Palombaggia per molti questa è la spiaggia simbolo della Corsica, alle spalle ha una bellissima pineta dove ci si può riposare nelle ore più calde, una meravigliosa sabbia bianca, mare blu cobalto e le sue caratteristiche rocce di granito rosso che rendono tutto unico. All’orizzonte si possono vedere isole Cerbicale, riserva naturale, habitat ideale degli uccelli marini, in special modo cormorani. In alta stagione è molto affollata, meglio arrivarci la mattina molto presto.

La vicina Tamariggiu conserva i suoi colori meravigliosi del blu mare e verde pini marittimi, infatti il suo simbolo è proprio un grande pino su di uno scoglio che da sul mare. Camminando un pochino si possono trovare delle piccole calette meno frequentate.

  1. Isole Sanguinarie

Questi bellissimi 4 isolotti devono il suo nome particolare al porfido rosso con cui sono formate che contrasta meravigliosamente con il mare. Le isole fanno parte di una riserva naturale, questo rende unica la loro fauna e la loro flora, sono perfette per gli amanti del birdwatching, o della botanica, visto che ci sono 150 piante rarissime. Oltre alle spiagge più grandi è un susseguirsi di piccole calette o baie, ideale anche per chi ama lo snorkeling.

  1. Isola Rossa

Nell’Alta Corsica si trova Isola Rossa (Île-Rousse), che spicca per le sue grandi spiagge e i suoi colori. Se avete modo vi consiglio di restare qui per un paio di notti ed esplorre anche il fascio nel suo borghetto ottocentesco molto caratteristico. Ci sono molti punti in cui poter andare al mare, la più facile è proprio Plage del Caruchetu, che si trova in paese, le altre si possono raggiungere con dei sentieri a piedi o con una specie di trenino comunale.

 

  1. Riserva di Scandola

Nel Golfo di Porto si trova Riserva di Scandola, che come suggerisce il nome è un’area protetta dove l’acqua smeraldo si sposa con la macchia mediterranea. È un luogo dove si possono trovare molti animali protetti come i cormorani, le acquile di mare e dove è piuttosto facile avvistare delfini o magari nuotare con loro, infatti è famosa per le attività di snorkeling. Come sempre cercarte di lasciare solo le vostre impronte e di non toccare o interagire mai con nessun tipo di animale.

  1. Arcipelago di Lavezzi

Fanno parte di questo arcipelago l’isola di Cavallo, San Bainsu, Gavetti, Piana, Ratino, Poraggia e Sperduto. Alcune escursioni prevedono una sosta nella cala di Piantarella, sulla costa di fronte all’isola Piana. In queste isole ci troviamo proprio a metà tra la Corsica e la Sardegna. L’isola di Cavallo è purtroppo proprietà privata dagli anni ’70, ma le altre si possono visitare abbastanza facilmente.

  1. La Cala di Paraguan

Si trova nel Sud della Corsica, è una caletta piuttosto isolata e poco conosciuta. Innanzitutto è un punto molto apprezzato per la partenza delle escursioni verso Capo di Feno o al Faro della Madonnetta. Non è molto facile arrivarci visto che la strada è sterrata e non c’è nessun cartello che indica l’arrivo. Anche in loco non ci sono servizi, quindi ricordatevi di portare con voi tutto il necessario, è una caletta riparata con un mare azzurro chiaro e le rocce che la proteggono.

 

Francesca Di Pietro

Francesca Di Pietro

Psicologa e Viaggiatrice. Giro il Mondo e studio la personalità dei viaggiatori! Ho visitato più di 60 paesi molti dei quali da sola. Per me il viaggio è uno strumento di crescita personale. Ho creato questo sito per tutti quelli che amano viaggiare da soli o che vorrebbero iniziare a farlo.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterestGoogle PlusYouTube

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter
Iscriviti alla newsletter e ricevi gratuitamente l'ebook del Viaggiatore Felice
100% Privacy. Non ti invieremo spam.