Cosa fare a Folegandros in Grecia: le spiagge più belle

Come dico sempre per trovare i posti più autentici e meno affollati si deve andare in posti meno comodi. L’isola di Folegandros in realtà è molto amata dagli italiani, io ci sono stata a settembre e posso dire che c’era davvero poca gente sulle spiagge, ma una bella atmosfera nel paesino.

Come muoversi a Folegandros:

Io ci sono arrivata in aliscafo da Atene, anzi da Milos, ma l’aliscafo parte da Atene quindi potete andarci comodamente in maniera diretta. Personalmente trovo molto comodo muoversi via mare tra le isole, alla fine dei conti secondo me si risparmi anche tempo tra bagagli, aeroporto e ritardi vari.

Molti amano affittare un motorino per girare l’isola in libertà, è sicuramente fattibile, specialmente se andate in un periodo senza meltemi, forse è anche più economico, ma io preferisco affittare la macchina. Primo motivo perché se becchi il Meltemi (un vento tipico delle Cicladi) è molto più comodo e sicuro stare in macchina, può essere davvero molto forte, poi perché è più comodo per portare borse e attrezzatura necessaria per il mare.

A differenza di molte altre isole, per accedere a diverse spiagge a Folegandros è necessario raggiungerle a piedi, quindi mettete in conto di portarvi scarpe comode e che non vi facciano scivolare. In alcuni tratti ci sono delle piccole barchette che vi portano nelle spiagge, ma non ovunque.

Le spiagge più belle di Folegandros:

  • Agali: più che per la spiaggia suggerisco questo posto come snodo, si arriva comodamente in macchia, autobus e motorino, non è molto distante da Chora, il centro dove la maggior parte delle persone alloggiano. È un piccolo centro con la spiaggetta, ci sono diversi ristoranti molto buoni. Da qui si accede in varie spiaggette procedendo a destra o sinistra.

 

  • Galifos: piccolissima spiaggia raggiungibile da Agali, dove il sole tramonta tardi, ci sono spesso gatti che fanno compagnia a chi prende il sole. Alle spalle c’è il Galifos Rooms, un alloggio ecosostenibile con solo pannelli elettrici e acqua riscaldata al sole, per chi ama allontanarsi da tutto.

 

  • Agios Nikolaos: è una spiaggia piuttosto grande proseguendo dopo Galifos, ci si arriva con una breve e piacevole passeggiata, ma anche con la barca se si preferisce ci sono un paio di ristoranti molto buoni. È protetta se c’è vento e ci sono dei pini se cercate ombra.

  • Livadaki: è la spiaggia successiva ad Agios Nikolaos in linea d’aria, ma si arriva da Agali o Agios Nikolaos solo in barchino, altrimenti se preferite andarci a piedi dovete partire da Ano Meria, con un sentiero piuttosto lungo, da fare con scarpe adatte. Ricordatevi che nn c’è ombra né la possibilità di comprare cibo o acqua.

 

  • Fira: ci si arriva andando verso sinistra una volta arrivati ad Agali, è piccolina con un bellissimo mare, il sentiero e facile e piacevole, è prevalentemente una spiaggia nudista, anche se lo è un po’ tutta l’isola. Il sole qui tramonta tardi.

  • Livadi: si trova lungo la costa procedendo oltre il porto, è sabbiosa.

 

  • Katergo: ci si arriva con una barca dal porto principale, è piuttosto esposta se c’è vento. L’acqua è di un turchese meraviglioso, assolata, non ci sono taverne né ombra.

 

  • Agios Gregorios: io ho amato molto questa spiaggia, si può arrivare anche facendo un trekking da Ano Meria, io ci sono andata in macchina attraverso una piccola strada sterrata. Era una giornata con poco vento, ma evidentemente per la maggior parte delle persone era troppo perché non c’era nessuno. Ci sono degli alberi sotto i quali ripararsi dal sole e delle case davvero molto Basic che si possono affittare, ma che regalano dei risvegli magici.

Cosa vedere a Folegandros:

Ovviamene escluse le spiagge il centro più grande è Kora molto carino, tutto pedonale con negoziati deliziosi, una tipica piazzetta con tutti i ristorantini con i tavoli bianchi o azzurri, odore di gyros nell’aria. Un lato del paesino è completamente a picco sul mare, si gode di una vista molto bella al tramonto e di tanto vento se c’è meltemi. Un pomeriggio salite sulla chiesa di Panagia per il tramonto, la vista è meravigliosa, anche l’atmosfera perché  ci sono tanti ragazzi che si inarpicano sui muretti per godersi il tramonto bevendo una birra. Vi suggerisco anche una passeggiata verso Casto, la parte più antica dove vivono i pochi abitanti dell’isola.

Folegandros è un’isola perfetta per chi ama fare trekking ci sono tantissimi cammini da fare, tutto segnato e ti permettono di tuffarti in acque cristalline alla fine. Considerate che non  c’è mai ombra, il sole è forte e che dovrete, quasi in ogni percorso, portarvi acqua e cibo.

Ano Meria è un’altro piccolo comune, ci sono solo case ed un paio di ristoranti , ma molti amano tuffarsi in un luogo ancora molto autentico.

È possibile effettuare una visita dell’isola dal mare con escursioni di mezza giornata o giornata completa, io ve lo consiglio perché ci sono tantissime spighette vergini dove tuffarsi.