“Noi” che ancora viviamo in Europa sappiamo quanto sia meraviglioso poter muoversi da un paese all’altro senza dover fare lunghe richieste di visto, pagare delle tasse o riempirsi il passaporto di timbri. Purtroppo in Asia non sempre e così e ci sono alcuni paesi in cui le regole sono più restrittive di altre e in molti casi davvero articolate.

Serve il visto per Bali o l’Indonesia?

Prima domanda che dovreste chiedervi se state per organizzare un viaggio a Bali o in qualsiasi altra delle sue 17.000 bellissime isole.

La risposta è: dipende!

Iniziamo per gradi, se state viaggiando in Indonesia per truismo e il vostro soggiorno è inferiore ai 30 giorni NON serve il visto. Questo significa che una volta arrivati in aeroporto compilerete il form per l’immigrazione e quello per la dogana e uscirete senza pagare nulla.

In aeroporto troverete un desk con un cartello “Paid Visa” che significa?

Perché alcune persone pagano il visto in arrivo?

La risposta a questa domanda dipende da quanti giorni volete restare nel paese. E ora inizia la parte burocraticamente complessa.

Se volete restare più di 30 giorni o magari avete il dubbio, potete comprare il visto in arrivo in aeroporto, che costa 30$ che però vi permette di soggiornare solo 30 giorni, ma vi dà la possibilità di fare richiesta per un ulteriore prolungamento di 30 giorni.

Come fare per richiedere un visto di 2 mesi per Bali e Indonesia:

Scendiamo meglio nel dettaglio allora se già prima di partire pensate di voler restare 2 mesi o preferite “stare coperti” è decisamente, infinitamente meglio fare richiesta per il visto di 2 mesi in Ambasciata in Italia prima di partire. Se siete di Roma l’operazione è davvero semplicissima , basta recarvi in sede con il passaporto con 6 mesi di validità e minimo 2 pagine vuote, delle fototessere, compilare il form che vi daranno in loco e pagare 50€, in meno di una settimana è pronto. Si può fare anche dai vari consolati o altrimenti meglio chiamare l’Ambasciata di Roma e farsi indicare la soluzione migliore per inviare loro il passaporto. Ci son anche delle agenzie italiane che si occupano di questa procedure, ma ignoro se il loro funzionamento è efficace, io vi direi che se vi costa più di 130€ non ne vale la pena di farlo in Italia tramite agenzia.

Se non avete avuto modo di richiedere il visto prima di partire, potete comprare il visto in arrivo per 30$ e una volta arrivati nel paese rivolgervi ad una agenzia locale specializzata per farvi espletare le pratiche. Ovviamente penserete di poterlo fare anche in autonomia, ma credetemi è un incubo infinito che vi porterà via almeno 3 giornate. In ogni zona dell’isola di Bali o in tutte le grandi città dell’Indonesia ci sono uffici che si occupano di questo, se poi vi trovate a Bali e volete il contatto del ragazzo che a volte si è occupato dei miei visti scrivetemi pure in privato. Queste pratiche hanno un costo variabile a seconda dell’urgenza, diciamo che siamo in una fascia che va dagli 80€ ai 120€ orientativamente.

Come richiedere il visto per Bali se resto più di 2 mesi?

Questa domanda è a trabocchetto perché il visto turistico è solo di 2 mesi, ma quello che fanno tutti i nomadi digitali o chi semplicemente ama questo stato e vuole restarci di più è fare il “visa run” ossia uscire dal paese per una fuga giornaliera.

Considerando che dall’Indonesia partono tantissimi voli low cost potrete anche ipotizzare di trascorrere qualche giorno in altre località del Sud Est Asiatico, altrimenti , quello che fannoin molti e che ho fatto anche io è prendere un volo in giornata per Singapore, mangiare in qualche buonissimo ristorante del suo aeroporto e tornare indietro, non vi faranno nessun problema in ingresso.

Ti ricordo che la cosa più importante quando si viaggia fuori dall’Europa è stipulare un’assicurazione in modo da poter essere liberi di viaggiare senza problemi. Ti ricordo che come ogni lettore del mio sito hai diritto ad avere il 10% di sconto su ogni assicurazione HeyMondo, basta che ti colleghi a questo link.

Francesca Di Pietro

Francesca Di Pietro

Psicologa e Viaggiatrice. Giro il Mondo e studio la personalità dei viaggiatori! Ho visitato più di 60 paesi molti dei quali da sola. Per me il viaggio è uno strumento di crescita personale. Ho creato questo sito per tutti quelli che amano viaggiare da soli o che vorrebbero iniziare a farlo.

Altri post di questo autore - Sito web

Seguimi sui Social
TwitterFacebookPinterestGoogle PlusYouTube

Ponte del 1 Maggio: Yoga + Trekking ad Amalfi30 Aprile - 3 Maggio

Fremo il Sentiero degli Dei, visiteremo Positano, Amalfi, Ravello, la costa che tutti ci invidiano. Yoga e Trekking in luoghi meravigliosi.

Iscriviti Subito
Newsletter
Iscriviti alla newsletter e ricevi gratuitamente l'ebook del Viaggiatore Felice
100% Privacy. Non ti invieremo spam.