Come fare il visto per Bali e l’Indonesia

Francesca Di Pietro Pubblicato il

“Noi” che ancora viviamo in Europa sappiamo quanto sia meraviglioso poter muoversi da un paese all’altro senza dover fare lunghe richieste di visto, pagare delle tasse o riempirsi il passaporto di timbri. Purtroppo in Asia non sempre e così e ci sono alcuni paesi in cui le regole sono più restrittive di altre e in molti casi davvero articolate.

Questo post è stato aggiornato al 22 Aprile 2022 dopo la riapertura al pubblico post pandemia.

Serve il visto per Bali o l’Indonesia?

Prima domanda che dovreste chiedervi se state per organizzare un viaggio a Bali o in qualsiasi altra delle sue 17.000 bellissime isole.

La risposta è: dipende!

Iniziamo per gradi, se state viaggiando in Indonesia per truismo e il vostro soggiorno è inferiore ai 30 giorni, andrà benissimo il VOA, Visa On Arrival ossia te lo fanno direttamente in aeroporto sia se arrivi come primo scalo in Indonesia a Bali, o altrimenti quando entri negli aeroporti di Soekarno Hatha a Jakarta, Yogyakarta, Kualanamu a Sumatra, Juanda a Java Est, Hasumuddin a Sud Sulawesi e Sam Ratulangi a Nord Sulawesi.

Il visto di 30 giorni è rinnovabile di altri 30 una sola volta, e ha un costo di circa 34€, che potrai pagare in contanti o con carta di credito.

 

Come fare per richiedere un visto di più 2 mesi per Bali e Indonesia:

Scendiamo meglio nel dettaglio allora se già prima di partire pensate di voler restare più di2 mesi o preferite “stare coperti” in caso in cui decideste di restare di più dovrete fare domanda prima di arrivare in Indonesia per un visto che si chiama B211. Il visto si può richiedere comodamente on-line, senza dover recarsi in ambasciata, ti da la possibilità di entrare in Indonesia da tutti gli aeroporti e può essere esteso per un periodo maggiore di 2 mesi. La brutta notizia è che ha un costo di 300€.

Che documenti sono necessari per poter andare in vacanza a Bali e in Indonesia?

Facciamo un po’ di chiarezza post pandemia, diciamo che alcune cose sono alquanto naturali mentre altre sono delle novità, ma ve le elencherò qui sotto ugualmente.

  • Il passaporto con validità 6 mesi e minimo 2 pagine libere da visti.
  • Il visto d’accesso che come dicevamo sopra può essere VOA, oppure B211
  • Un certificato che attesti la vaccinazione completa, potete portarlo sia cartaceo che digitale come il nostro Green Pass , basta che la vaccinazione sia stata fatta almeno 14 giorni prima dell’arrivo. I ragazzi sotto i 17 anni non sono tenuti ad essere vaccinati.
  • Il risultato di un PCR negativo fatto 24h prima della partenza, anche i neonati sono obbligati a farlo
  • Una prenotazione di un alloggio, almeno per i primi giorni
  • Un’assicurazione di viaggio che preveda la copertura per COVID, come sai io suggerisco Heymondo che copre anche per COVID e tutta la mia community può avere  il 10% di sconto su ogni assicurazione HeyMondo, basta che ti colleghi a questo link.
  • L’app di tracciamento sanitario indonesiana installata sul vostro cellulare, si chiama PeduliLindungi
  • Un biglietto d’uscita dal paese

Psicologa e Viaggiatrice. Giro il Mondo e studio la personalità dei viaggiatori! Ho visitato più di 75 paesi molti dei quali da sola. Per me il viaggio è uno strumento di crescita personale. Ho creato questo sito per tutti quelli che amano viaggiare da soli o che vorrebbero iniziare a farlo. Ho pubblicato: Il Bello di Viaggiare da Soli: guida al travel coaching per ottenere il massimo da noi stessi edito Feltrinelli.

Clicca qui per leggere i commenti