Andrea Fucile il giro d’Europa (o quasi) in Vespa in 3 mesi 14.861km

Mi chiamo Andrea Fucile, ho 36 anni e sono calabrese. Amo la storia, la cultura dei popoli, lo sport e sopratutto i viaggi,

quello molto avventurosi, i viaggi con mezzi lenti.

 

1. Come ti è venuto in mente di percorrere mezza Europa in vespa?

Ho già fatto tanti viaggi in modi particolari, sono andato in Turchia in bicicletta, ho camminato tanto, ho fatto autostop e fatto il giro d’Italia in Vespa, volevo fare qualcosa di più e per questo ho optato per il giro d’Europa, ci ho impiegato quasi 3 mesi, 85 giorni per la precisione e ho percorso 14.861km.

2. Avevi già un itinerario preciso prima di partire o lo hai deciso strada facendo?

Avevo un itinerario già abbastanza preciso perché avevo tanti appuntamenti con i Vespa Club europei.

3. Quali sono le cose fondamentali da sapere per fare un viaggio in Vespa?

Sicuramente saperene un poco di manutenzione e poi una buona organizzazione e conoscenza sui paesi che si va a visitare.

4. Su che strade ti muovevi, quanto guidavi al giorno?

Avendo una Vespa 50 potevo solo muovermi su strade statali, di solito 8-9 ore al giorno.

5. Come ti organizzavi per la notte?

Ho usato tante volte il sito Couchsurfing, anche i Vespa Club mi hanno ospitato tante volte in questo viaggio.

6. Quanto resti su per giù in ogni destinazione?

Questo viaggio è stato caratterizzato da tanti giorni di riposo per poter visitare le cose mi interessavano, in alcuni posti sono rimasto anche 3 giorni.

7. È necessario saperne un po’ di motori per un viaggio del genere?

Sicuramente si, perchè quando si viaggia da solo è fondamentale conoscere anche le cose più banali in modo da non rimanere a piedi per una semplice candela o filo.

8. Quale è stato secondo te il paese più ospitale?

Il Portogallo è davvero stato qualcosa di incredibile, persone che non mi conoscevano pronte ad aiutarti e anche ospitarti.

9. Quale è stata la cosa più diversa rispetto a fare solo il giro d’Italia?

Sicuramente le lingue e diversi modi di fare che non abbiamo in Italia però avendo viaggiato tanto ho davvero capito che la gente è fantastica

10. L’incontro che non dimenticherai mai?

Una delle cose più belle del viaggio è stato quando al porto di Liverpool (proveniente da Dublino) c’erano 40 Vespa del Vespa Club Liverpool pronti ad portarmi in giro. Una cosa inaspettata perchè parlando il presidente del club, mi ha detto che sarebbero venuti solo 2.