Trentino in inverno: cosa fare se non si scia

Il Trentino è da sempre una delle destinazioni italiane preferite da chi ama la neve, sono famosi in tutto il mondo per la cura che mettono nella loro terra e nell’accoglienza turistica. Le Dolomiti regalano alcune delle piste da sci più belle del mondo e sicuramente comprensori sciistici che ci invidiano tutti. A me piace molto sciare, anche se ammetto d’andrci troppo poco, molto spesso i miei lettori mi chiedono come poter vivere la montagna in inverno senza sci ai piedi. Di sicuro pensare che la montagna sia una scelta di vacanza solo se si scia è sicuramente un limite ed un grande errore. Le montagne ricoperte di neve sono uno spettacolo anche solo da ammirare e si possono fare moltissimi sport invernali oltre lo sci, adatti ad ogni tipo di persona.

Per una vacanza in Trentino senza pensieri potete affidarvi alle strutture di Alpitour, che da anni si occupa delle vacanze degli italiani. Ha davvero molte strutture in Trentino, dagli hotel più intimi ed esclusivi, a strutture con spa e centri benessere a quelle più dedicate ad un pubblico di sciatori.

Cosa fare in Trentino se non scii:

Ciaspolata:

Se come me amate camminare, quando c’è la neve dovete necessariamente indossare le ciaspole, delle grandi racchette che si attaccano alle vostre normali scarpe da montagna. Praticamente in ogni posto con la neve si può camminare tra i boschi con le ciaspole, è possibile seguire dei sentieri tracciati, o se preferite fare un escursione di gruppo con una guida naturalistica. In questo modo, oltre ad essere più sicuri del percorso, ci svelerà dei segreti sulla natura che attraverseremo. In molti luoghi dell Trentino, come ad esempio la Val di Fiemme è possibile fare delle ciaspolate di giorno con pranzo in malga. Nel Parco Naturale di Paneveggio ci sono dei percorsi davvero facili, adatti anche a chi non è molto sportivo che permettono d’incontrare animali quali cervi, caprioli, lepri; mi raccomando non diamogli mai da mangiare! Ci sono molti luoghi dove è possibile organizzare una ciaspolata in notturna, magari con le fiaccole, un’esperienza davvero unica, dove la natura avrà ancora più peso nelle nostre sensazioni.

Sci di Fondo:

si è vero abbiamo detto che non sapete sciare, ma diciamo che a differenza che lo sci su pista, lo sci di fondo è più semplice, anche se muscularmente impegnativo e si può imparare a tutte le età. Ti permette di goderti panorami meravigliosi, percorrendo distanze piuttosto estese in meno tempo. Ad esempio una passeggiate piuttosto facile è quella che unice Moena a Cavalese o il Lago di Teseo.

Passeggiate a Valle:

se non vi inerpicate troppo in salita ci sono molti percordi che anche in inverno si possono fare senza ciaspole, magari seguendo il corso di un fiume o di un ruscello o intorno ad un lago. Essendo la natura sempre imprevedibile, io vi consiglio sempre di chiedere prima a qualcuno del posto, magari un centro informazioni, se i percorsi sono agibili senza ciaspole, in modo da non correre inutili rischi.

Foto di genettiroberto da Pixabay

Slittino:

dai quando eravamo bambini ci divertivamo come i matti a rotolarci per le collinette, chissà perché da grandi abbiamo pudore del divertimento puro, sulla neve l’atmosfera ci può portare indietro, e dare sfogo ai nostri desideri più autentici. Scorrazzare sue e giù con lo slittino è un ottimo modo per trascorrere qualche mattinata all’aria aperta. Ad esempio a Madonna di Campiglio c’è una pista da slittino davvero divertente, sul Monte Spinale che dura ben 3 km ed è raggiunta da un impianto sciistico quindi per risalire non è necessario farlo a piedi.

Giornata alle Terme:

Ammettiamolo cosa c’è di meglio di stare ammollo in acqua bollente mentre intorno a noi c’è la neve? È una sensazione davvero meravigliosa. Io dei centri spa non amo solo le piscine riscaldate, ma mi piace molto fare le saune, specialmente quelle con vista sulla natura e poi gettarmi in una pozza gelida o meglio ancora nella neve a fare l’angelo. Sembra davvero una follia, ma non è così, quando il nostro corpo è davvero molto caldo, lo schock termico con il freddo regala una sferzata d’energia incredibile e in più stimola il nostro sistema immunitario. Molti hotel in Trentino hanno il loro centro spa interno, se avete modo vi consiglio un hotel con spa interna, ma se scegliete di dedicaci tutta la giornata, cercate un centro che abbia più ambienti e più trattamenti, io amo molto l’Adler e il QC Terme.

Visitare i paesini di montagna:

Oltre alle località più famose il trentino è ricco di piccoli paesini super curati con le sue caratteristiche chiesette e finestre con i balconi di legno, è una regione che tiene molto alla cura di quello che ha. Sicuramente potrete dedicare una giornata a passeggiare tra un paesino e l’altro, spostandovi con bus locali o con i vostri mezzi. Oltre ai famosi Madonna di Campiglio, Canazei, Folgaria, vi consiglio anche centri piccolini come Cavalese, o alcuni del circuito i Boghi più belli d’Italia come Chiusa, Glorenza, Egna, San Lorenzo in Banale.

Foto di Valter Cirillo da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *