Cinque luoghi che devi assolutamente vedere nel tuo prossimo viaggio in Corsica

La Corsica è una regione della Francia che amo molto, anche perché non la sento molto Francese, l’ho sempre vista come una appendice della Liguria, la vedo dalla finestra della casa di mia nonna (a Sanremo) quando il cielo è terso, e poi il loro accento, la loro cucina, ammettiamolo sono ancora strettamente legati alla Liguria

 

Ho avuto la fortuna di esplorarla sia via mare che via terra, anche se ora il mio sogno sarebbe farla in moto! Se si cerca un on the road il modo più comodo per andarci è sicuramente scegliere uno dei traghetti Corsica.

Io lo feci di notte e oltre alla bellezza di vedere le luci della costa che si allontanano nel buio assolito, non dimenticherò mai l’alba rosa su Bastiglia.

 

5 Luoghi che devi assolutamente vedere in Corsica:

 

  1. Centuri: inizio dritta al punto, dal luogo a cui sono più legata, Centuri! Ci troviamo sul “dito” della Corsica, è un porticciolo minuscolo, poche case di colori pastello, qualche negozietto e tanti pescatori. Qui si fa ancora la pesca all’aragosta con le nasse, inutile dire che si mangi benissimo, vi suggerisco una cena vista mare a base di crudi e aragosta. Essendo sul lato ovest del ditone potrete godere di un tramonto spettacolare. Vi racconto un aneddoto simpatico, quando ci andai io, dormì in una locanda proprio sul porto gestita da un vecchietto, la mattina seguente avrei dovuto prendere la nave da Bastiglia, quindi era prevista una partenza molto presto. La sera prima mi dimenticai di ritirare la carta d’Identità dopo il check-in, per fortuna avevo un altro documento con me, così partii e gli lasciai un biglietto sotto la porta con il mio indirizzo di Roma, chiedendogli cortesemente di spedirmi la carta, mi ero già messa l’anima in pace che avrei dovuto rifarla, eppure dopo una settimana arrivò a casa mia. Happy ending di un viaggio bellissimo!

2. Isola Rossa: non è un’isola infatti il nome inganna, si chiama così per il colore rosso delle rocce dell’isoletta di fronte, ha una grossa importanza storica, nell’ “indipendenza da Genova” , infatti si trovano monumenti e musei dedicati a Paoli il “rivoluzionario” che la fondò. Il borghetto è davvero minuscolo, ma carinissimo, specialmente il Mercato Coperto, sia per il colonnato antistante sia perché si trovano prodotti pazzeschi e avrete improvvisamente voglia di mangiare tutto. Oltre il borgo di suggerisco di fare qualche trekking nelle vicinanze, hanno tutti una vista spettacolare sul mare, sono piuttosto facili e molto panoramici, le spiagge sono meravigliose con acqua azzurro trasparente, ce ne sono sia di più attrezzate che più selvagge dove è necessario un percorso a piedi per raggiungerle.

3. Palombaggia: è forse la spiaggia più famosa della Corsica, ma in effetti un motivo ci sarà.

L’acqua è super trasparente, il fondale degrada lentamente, fino a trasformarsi in un blu intenso, le rocce tendono al rosso e poco distante dal bagnasciuga c’è una bellissima pineta dove riposarsi nelle ore più calde. Come sapete io non amo molto il sole e il caldo quindi per me la pineta è il massimo. Per quanto la spiaggia sia meravigliosa ricordatevi sempre che è molto famosa quindi in alta stagione è davvero affollata, io vi consiglio di andarci la mattina piuttosto presto e poi spostarvi in qualche altra spiaggia nelle vicinanze, ce ne sono tantissime di meravigliose.

4. Porto Vecchio: secondo me questa è un’ottima tappa per esplorare la parte sud est della Corsica che è davvero bellissima. Ha un porto molto accogliente, curato, davvero delizioso, la Cittadella, la parte antica della città è piena di taverne, piccole enoteche, case in pietra, chiesette. In più Porto Vecchio è anche un posto con una discreta vita notturna quindi se magari qualche sera vi sentite più social questo è il luogo che fa per voi.

5. Bonifacio: Se soffrite di vertigini non affacciatevi! La particolarità di Bonifacio, sono le sue bellissime scogliere a picco. Infatti, la parte più vecchia del paese, la Cittadella, si trova a 70 metri d’altezza, davvero un affaccio mozzafiato! Nel centro storico ci sono diversi monumenti d’interesse, sotterranei, bastioni, musei, vi consiglio di fare il Monument Pass, un biglietto cumulativo che comprende varie attrazioni e che vi permetterà di risparmiare. Una passeggiata carina è percorrere interamente i bastioni e scendere per la Scala del Re di Aragona, sono 187 grandini che vi portano al mare, in una grotta dove c’è una fonte di acqua dolce che fu importantissima per gli abitanti di Bonifacio nei secoli.

 

Se anche voi siete amanti della Corsica lasciatemi nei commenti in vostri luoghi del cuore, li visiterò volentieri la prossima volta che ci andrò.