Cosa vedere a Monte Isola: escursione sul Lago di Iseo – Lombardia

Sapevi che nel bel mezzo del Lago d’Iseo, si trova una delle isole di lago più grandi d’Europa? Il suo nome è Monte Isola ed è una delle mete top per escursioni sul lago d’Iseo.

Monte Isola e il Lago d’Iseo sono diventati famosi nel 2016, grazie all’installazione di “The Floating Piers” una passerella arancione lunga 3 km, opera del famoso artista Christo. Questa rete di pontili galleggianti collegava il borgo di Sulzano a Monte Isola e poi continuava verso la piccola isoletta privata di San Paolo, proprietà della famiglia Beretta. La sensazione per chi li percorreva era proprio quella di camminare sulle acque: un’esperienza indimenticabile!

Nel 2022 il lago d’Iseo tornerà nuovamente tra le mete più gettonate grazie a una nuova installazione. Protagonista sarà l’artista Lorenzo Quinn con la sua opera “Your World”, che sarà costituita da due mani giganti che usciranno dal lago e sorreggeranno un mondo.

Mentre aspettiamo il nuovo capolavoro possiamo però goderci una bella escursione a Monte Isola ed esplorarla in tranquillità prima che arrivino migliaia di turisti da tutta Europa.

Come arrivare a Monte Isola:

Arrivare a Monte Isola è facilissimo: bisogna prima raggiungere il borgo di Sulzano, in provincia di Brescia, che si trova a meno di 100 km da Milano. Si può andare sia in auto, sia in treno o, perché no, in moto. Vicino alla stazione ci sono alcuni parcheggi dove è possibile lasciare l’auto. Dal molo di Sulzano poi partono numerosissimi traghetti  per Peschiera Maraglio, il centro abitato più importante di Monte Isola. Quando siete a Sulzano prendetevi qualche minuto per ammirare l’isola dalla terraferma. Così imponente e maestosa sembra la regina del lago, seduta sul suo trono fatto di acque, con un rigoglioso mantello ricoperto di bosco di castagni, querce e faggi. Ai suoi piedi si inginocchiano i borghi di Peschiera Maraglio e di Carzano, uno per lato, e sul suo capo svetta una bianca corona, il Santuario della Madonna della Ceriola.

Cosa vedere a Monte Isola:

Monte Isola offre ai suoi visitatori un’atmosfera tranquilla e rilassante, perfetta per chi vuole trascorrere una giornata fuori dal caos della città. Su Monte Isola infatti non possono circolare auto: incontrerete solo qualche motorino e Ape car dei pochi residenti o il pulmino arancione che effettua il servizio di trasporto pubblico.

Monte Isola è grande solo 12 chilometri quadrati ed è perfetta quindi per un’escursione in giornata, ma ha tantissime cose da vedere e da fare.

 

  • Giro completo di Monte Isola

Partendo da Peschiera Maraglio è possibile fare il giro completo di Monte Isola. Sono circa 10 km, percorribili in circa 3 ore camminando tranquillamente. La strada è asfaltata e quasi tutta in piano. Per chi ha poca voglia di camminare è possibile fare il giro anche in bicicletta, portando la propria sul traghetto o noleggiandone una a Peschiera Maraglio. Il consiglio è quello di percorrere il perimetro di Monte Isola  in senso antiorario, dirigendosi prima verso Carzano, poi passando per Siviano, Sinchignano, Menzino e Sensole, tornando infine a Peschiera Maraglio. Durante il giro si avrà modo di ammirare distese di prati verdi, punteggiati da alberi di olivo e viti, piccoli borghi quasi disabitati, dove la vita segue ancora il ritmo delle stagioni, e naturalmente il lago che, con le sue placide acque, saprà regalarvi un senso di quiete e serenità.

  • Trekking al Santuario della Madonna della Ceriola

Sempre da Peschiera Maraglio parte il trekking che vi porterà sulla cima di Monte Isola, a 600 metri di quota, dove si trova il Santuario della Madonna della Ceriola.

Esistono due percorsi ben segnalati: l’inizio di entrambi si trova in prossimità dell’ufficio turistico. Da qui si risalgono le viuzze del centro abitato, fino ad arrivare alla strada principale. Una volta attraversata, vi troverete davanti il bosco e la biforcazione dei due sentieri.

Il sentiero n. 1 è abbastanza ripido, ma è sicuramente quello più battuto e consigliato per tutti. Per salire serve circa un’ora e mezza, andando con calma e prendendosi delle pause.

Il sentiero n. 2 invece è più lungo e ha un primo tratto molto esposto, a strapiombo sul lago, adatto solo per escursionisti esperti. Per i più pigri esiste anche un servizio di navetta che parte vicino all’attracco dei traghetti e porta a pochi passi dalla cima.

Qualsiasi percorso decidiate di seguire, la fatica fatta per salire sarà ripagata dalla vista mozzafiato a 360° su tutto il lago.

  • Festa di Santa Croce

Una volta ogni 5 anni su Monte Isola si svolge la Festa di Santa Croce. L’edizione del 2020 è stata rimandata a settembre 2021 e speriamo di potervi partecipare perché è una vera e propria gioia per gli occhi. Il centro della manifestazione è il borgo di Carzano, ma tutta l’isola si veste a festa: migliaia di fiori di carta, fatti tutti a mano dagli abitanti, vengono usati per decorare strade, balconi, finestre, porte e giardini. Le origini della festa risalgono addirittura all’Ottocento. Nel 1836 infatti la zona del lago d’Iseo venne colpita da una forte epidemia di colera e il piccolo borgo di Carzano contò un alto numero di morti. I carzanesi decisero allora di fare un voto alla Santissima Croce e quando l’epidemia terminò organizzarono una festa talmente grande da coinvolgere tutta l’isola. Da allora i festeggiamenti si ripetono ogni 5 anni e i preparativi iniziano almeno l’anno prima: ogni famiglia custodisce i segreti della preparazione dei fiori, che vengono esposti solo all’ultimo momento, in una specie di competizione con gli altri nuclei familiari.

  1. Escursioni in barca sul lago d’Iseo

Anche se momentaneamente sono state sospese a causa del Covid, sul lago d’Iseo c’è anche la possibilità di fare escursioni in barca. Fino all’estate 2019 infatti era attivo un servizio turistico di crociere, gestito dalla compagnia pubblica dei traghetti. Le escursioni in barca si svolgono durante la bella stagione, da marzo a settembre e partono da vari paesi della terraferma, come Iseo e Sulzano. Ne esistono di 3 tipologie: 

  • Crociera notturna con cena a bordo: il menù prevede una degustazione di specialità locali, come piatti a base di pesce di lago. Il tutto è accompagnato da intrattenimento e musica.
  • Crociera del Sebino: un tour con visita guidata alla scoperta delle isole del lago e dei borghi più belli sulla terraferma, come Lovere e Pisogne.
  • Tour delle tre isole: per ammirare dal lago Monte Isola, l’isola di San Paolo e l’isola di Loreto, con audioguida a bordo.

Dove mangiare a Monte Isola

Se decidete di fare il trekking fino al Santuario della Madonna della Ceriola, il consiglio è quello di portarsi il pranzo al sacco. Una volta arrivati in cima ci sono dei tavoli con panche che è possibile usare per fare un picnic. Se dovessero essere tutti occupati, spostatevi sul retro della Chiesa, dove c’è uno spazio tra le rocce in cui è possibile stendere il proprio telo e sedersi comodamente per terra. Sulle scale che portano al Santuario c’è un piccolo bar, che, in alta stagione, prepara panini con salumi e caffè.

Se invece volete rimanere in riva al lago, a Peschiera Maraglio potete trovare alcuni ristoranti in cui assaggiare le specialità tipiche della zona, come il pesce di lago. Monte Isola è famosa per le sue sardine essiccate, presidio Slow Food. Ancora oggi vengono essiccate esponendole su telai di legno al sole e all’aria di lago, poi vengono conservate in olio d’oliva e possono essere gustate alla griglia. Altro prodotto tipico è il salame di Monte Isola, rigorosamente battuto a punta di coltello e senza l’aggiunta di grasso, aromatizzato con aglio e vino e leggermente affumicato.