Cosa non perdere in un viaggio in Dalmazia- Croazia

La Dalmazia è una delle zone più amate dagli italiani in estate, sicuramene per il suoi 1500 km di costa mozzafiato, ma anche perché i suoi piccoli centri riescono a trasmettere storia e anche divertimento.

In questo periodo così particolari per le vacanze estive ricordiamo che dal 1 Luglio è possibile recarsi in Croazia senza alcun limite per tutti i cittadini italiani residenti in Italia. Il governo croato invita a compilare questo modulo https://entercroatia.mup.hr/ prima di recarsi nel paese in modo da rendere più veloci le procedure di ingresso. Se volete organizzare il vostro viaggio in Croazia senza preoccupazioni potete rivolgervi ad Alpitour che da anni crea magnifici itinerari in questo paese.

Cosa non perdere in un viaggio in Dalmazia:

  • Zara: questa bellissima città che si trova proprio sulla costa, ha delle magnifiche rovine sia romane che veneziane, infatti percorrendo le mura cittadine si possono trovare diverse porte veneziane. Il simbolo indiscusso di questa città è Chiesa di San Donato, dalla caratteristica forma circolare. È una chiesa in stile preromanico, costruita nel primo Medioevo in parte con materiali provenienti dall’ex Foro romano, di cui oggi rimangono due colonne inglobate nella struttura della chiesa e il pavimento; se siete amanti dell’arte sacra come me, vi consiglio di visitare anche la Cattedrale di Santa Anastasia e il Convento dei Francescani. Questa città ha saputo aprirsi alla modernità e rinascere come la fenice dalle sue ferite di guerra, lo testimoniano le due meravigliose opere moderne: l’Organo Marino e il Saluto del sole. L’Organo Marino, come suggerisce il nome è uno strumento in cui è proprio il mare stesso a suonare, è costituito da sette gradoni che scendono verso il mare al di sotto dei quali sono posizionate 35 canne che vengono attraversate dall’aria che viene spinta dal moto delle onde marine e producono suoni grazie a delle aperture poste sotto i piedi dei passanti. Il Saluto del Sole, invece, sempre opera di Nikola Bašić è un cerchio composto da 300 pannelli sotto ai quali si trovano moduli solari fotovoltaici attraverso i quali viene realizzata una simbolica comunicazione con la natura sotto forma di luce. Vi consiglio di visitarli entrambi al tramonto e di rilassarvi in armonia con la natura.

  • Il Parco di Plitvice: 16 laghi che formano cascate e rapide circondate da foreste ricchissime di vegetazione e di animali selvatici, si possono visitare comodamente a piedi percorrendo un sistema di passerelle di legno lungo ben 18 km che segue il profilo dei laghi e dei torrenti permettendovi di camminare proprio sopra, sotto e attraverso la massa d’acqua, perdetevi nei vostri pensieri ammirando le sfumature di blu.

  • L’Isola di Pag: quest’isola ha un’anima diversa dalle altre isole croate perché è molto più brulla e aspra, potremmo definirla lunare, che si alterna con spiagge azzurrissime e macchia mediterranea. Negli anni è diventata molto famosa per la sua party beach di Zrće, dove feste indimenticabili colorano ogni notte.

 

  • Le Isole Kornati: più famose per noi con il nome di Incoronate, è l’arcipelago più incontaminato della Croazia, più di 100 isole vergini con rocce a picco sul mare, la meta ideale per chi ama la barca a vela.

  • Spalato: una bellissima meta per chi cerca una vacanza sia culturale che di mare. Indimenticabile è il Palazzo di Diocleziano. È un luogo molto particolare, non il classico sito archeologico romano, ma una vera e propria cittadella che nei secoli è stata trasformata. Ci sono alcune abitazioni, negozi, ristoranti così come resti di antiche fortezze o palazzi nobiliari. Costruito con la splendida pietra bianca di Brac ed altri marmi pregiati, che creano un suggestivo contrasto con il blu del mare sullo sfondo, il palazzo di Diocleziano è un labirinto in cui è un piacere perdersi per ore, esplorando ogni angolo e scorcio.

  • Isola di Brac: dove c’è quella che viene ritenuta la spiaggia più bella della Croazia Zlatni Rot.

 

  • Isola di Hvar: offre una grande varietà di locali chic ma anche paesini e calette perfetti per chi vuol essere lontano dalla folla.

 

  • Dubrovnik: ho amato molto questa cittadina, ha una bella atmosfera, la passeggiata sulle mura cittadine la mattina presto è davvero indimenticabile. Per gli amanti di Games of Thrones a Dubrovnik ci sono molti tour tematici. Io ho preferito visitare i palazzi di origine veneziana e dedicarmi alla scoperta delle spiagge incontaminate e dell’Isola di Lockrum facilmente raggiungibile dal porto con un servizio di barca.

  • L’Isola di Korcula: è la meraviglia naturale della Dalmazia meridionale, con un paesaggio dominato da fitte foreste in cui però trovano ampio spazio anche distese di vigne e uliveti. Si dice che in questa perla dell’Adriatico nacque Marco Polo, esiste anche una sedicente casa visitabile, ma non so quanto senso abbia dato che non c’è nessuna evidenza documentale; ad ogni modo l’aspetto folcloristico è ancora molto importante. Se avete modo visitate i paesini dell’entroterra e cercate di assistere ad una danza delle spade, tramandata da tempi immemori.
Francesca Di Pietro

Francesca Di Pietro

Psicologa e Viaggiatrice. Giro il Mondo e studio la personalità dei viaggiatori! Ho visitato più di 60 paesi molti dei quali da sola. Per me il viaggio è uno strumento di crescita personale. Ho creato questo sito per tutti quelli che amano viaggiare da soli o che vorrebbero iniziare a farlo.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookPinterestGoogle PlusYouTube

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter
Iscriviti alla newsletter e ricevi gratuitamente l'ebook del Viaggiatore Felice
100% Privacy. Non ti invieremo spam.