Cosa vedere in Giappone in una settimana

Se avete solo una settimana a disposizione, volete un assaggio complessivo del Giappone e gli itinerari intensi non vi spaventano, questo è l’articolo che fa al caso vostro!

Il Giappone è un paese affascinante, in grado di mescolare in modo unico tradizione e modernità. Di cose da vedere nel Paese del Sol Levante ce ne sono tantissime ma a volte il tempo non è abbastanza.

Qui di seguito troverete una lista di mete immancabili per un assaggio di Giappone in una settimana.

Per ottimizzare questo tour si consiglia di atterrare a Tokyo e ripartire da Osaka o viceversa. Lo sviluppato sistema di trasporto in Giappone sarà il vostro più fedele alleato, rendendo possibile questo sogno.

Giappone in una settimana: cosa vedere

Prima Tappa: Tokyo [1-2 giorni]

Il Giappone è un mix di tradizione e modernità e Tokyo è un esempio affascinante di questa fusione. Da una visita ai templi di Senso-ji e Asakusa-jinja, all’affollato attraversamento pedonale di Shibuya e poi una passeggiata per Harajuku (vivace zona famosa per la street art colorata e negozi stravaganti) e Roppongi (conosciuto per musei, boutique, ristoranti e vita notturna), in un solo giorno riuscirete a fare moltissime cose a Tokyo, serviti da un’efficientissima metropolitana.

Trascorrere una serata “arcade” ad Akihabara (area che tutti gli appassionati di anime conoscono) o Shinjuku (quartiere di grattacieli, neon e karaoke) e dormire in un capsule hotel potrebbe arricchire questa visita!

Il secondo giorno potreste dedicarlo ai musei (innumerevoli nella capitale), dal più tradizionale Museo Nazionale di Tokyo o quello di Natura e Scienza al Museo di Arte Digitale ad Odaiba dove potrete letteralmente immergervi in emozionanti proiezioni digitali!

Se invece preferite la natura e le gite fuori porta, potreste trascorrere il secondo giorno scalando il Monte Fuji o ammirandolo da lontano, magari immersi in acqua termale ad Hakone.

Una delle esperienze da provare in Giappone è sicuramente fare una corsa su un “treno proiettile” (treno ad alta velocità) e quale migliore occasione che utilizzarne uno per recarsi a Kyoto? Prendete uno Shinkansen da Tokyo e in meno di 3 ore sarete nell’antica capitale!

Seconda Tappa: Kyoto [giorno 3-4]  

La prima meta immancabile della città è Kinkakuji (Padiglione d’Oro), tempio dorato patrimonio UNESCO ed emblema di Kyoto a cui destinare l’intera mattinata del terzo giorno, dal centro di Kyoto ci vuole un po’ per raggiungere il sito. Nel pomeriggio dirigetevi ad Arashiyama e visitate il tempio di Tenryu-ji, osservate le scimmie nel parco di Iwatayama e passeggiate nella foresta di bamboo.

Per la mattina del quarto giorno raggiungete la zona est della città, ricca di templi e visitate il Fushimi Inari e attraversate i lunghi sentieri di torii (scostatevi a lato quando li attraversate e fate spazio agli dei che passeranno nel centro!). Dopo una paio di ore al santuario, dirigetevi  al più grande tempio di Kyoto, Kyomizudera, sorretto a strapiombo sulla valle da un’enorme impalcatura di legno e godetevi l’atmosfera mistica di questo luogo. Se siete stati veloci, dedicate del tempo ad una passeggiata a Gion, il quartiere delle Geisha e riposatevi perché dopo pranzo… vi aspetta un’esperienza alquanto insolita!

Terza tappa: Nara [giorno 5]

Non lontana da Kyoto e Osaka, se siete amanti degli animali, una visita a Nara è d’obbligo!

Tra i 1200 cervi, messaggeri degli dei nello shintoismo, liberi per la città e il tempio Todaiji che ospita una delle statue bronzee di Buddha più grandi del Giappone, mezza giornata basterà a percorrere Nara. Prendete un treno da Kyoto dopo pranzo e dirigetevi in questa peculiare cittadina.

Ricordatevi che i cervi mordono! Dategli da mangiare o non mostrategli il cibo, se diventano insistenti basterà mostrare loro i palmi delle mani (messi in verticale, perpendicolari al suolo) e capiranno che non avete spuntini per loro e si allontaneranno.

A fine giornata, prendete un treno per Osaka, dove trascorrerete gli ultimi due giorni.

Quarta tappa: Osaka [ giorno 6-7 ]

Dedicate il quinto giorno del vostro viaggio a visitare il castello di Osaka (magari anche con una visita al museo di storia molto vicino), passeggiare nel complesso commerciale Namba Park e visitare il tempio Shitenno-ji.

Quando inizia a calare il sole dirigetevi a Dotonbori, passeggiate per le strade illuminate, godendovi i riflessi dei neon nel fiume (e cercate il famoso Glico man) e fermatevi a cenare in qualche stand lungo il fiume. Concludete la giornata con un drink nel parco triangolare di Amerikamura, il quartiere a stelle e strisce di Osaka, dove i locali si riuniscono per conoscere i turisti… kanpai!

L’ultimo giorno dedicatelo all’acquario, tra i migliori del paese, o ad una visita agli Universal Studios, comprate qualche souvenir e preparatevi a dire addio al Giappone… sayounara, o magari arrivederci!

Per vedere tutto il Giappone ce ne vorrebbero parecchie di settimane ma il tour che vi suggerisco vi permette di sperimentare diverse sfaccettature di questo meraviglioso paese anche se avete solo pochi giorni a disposizione. Non dispiacetevi di non aver visto tutto ciò che c’è da scoprire, in fondo lo sapete anche voi che vi innamorerete e ci vorrete tornare!

Jamila Lafi

Jamila Lafi

Un' economista all'avventura e studentessa perennemente in scambio all'estero. Dalla Colombia al Giappone, non sono fatta per stare ferma. Appassionata di marketing, fotografia e viaggi, ho un carattere dolce e un'anima persa per il mondo.

More Posts

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter
Iscriviti alla newsletter e ricevi gratuitamente l'ebook del Viaggiatore Felice
100% Privacy. Non ti invieremo spam.