Retreat a Bali sul Contatto Corporeo

27 Agosto – 2 Settembre

L’idea

La pelle, l’organo più grande e più esteso del nostro corpo. Eppure non ce ne ricordiamo molto spesso, ci accorgiamo della sua importanza quando sentiamo piacere o dolore, le altre sensazioni passano mediamente sotto gamba. Ma se ci pensiamo bene è molto chiara la sensazione che si prova quando indossiamo una camicia di seta o un sacco di yuta. Fruscio, pressione, calore, freddo, solletico, punture, sensazioni diverse a seconda da che punto della nostra pelle viene coinvolta.

Toccarsi, parola che suscita due principali scenari, o quello materno, di un bambino coccolato dai propri genitori o quello erotico intimo di una coppia.

Negli ultimi 100 anni si è lottato per liberare il nostro corpo, le nostre nudità, le nostre scelte sessuali. Orami siamo liberi di esprimerci, d’avere rapporti slegati dal matrimonio, le donne hanno guadagnato sempre di più la loro indipendenza sessuale, il diritto al piacere. Abbiamo sdoganato il sesso ed ingabbiato la pelle. Forse non sempre ce ne rendiamo conto ma costruiamo ogni giorno di più barriere più alte. Comunichiamo più via messaggi scritti che a parole, troviamo imbarazzante parlare guardandosi negli occhi, ma non ci sono freni se si scrive una email, prediligiamo un messaggio vocale ad una telefonata della buonanotte, ma abbiamo difficoltà ad abbracciarci, a toccarci le mani. Abbiamo erroneamente imparato a sessualizzare ogni manifestazione affettiva corporea.

Quale è l’obiettivo di questo retreat?

Recuperare la bellezza del contatto. Riappropriarci di ogni centimetro della nostra pelle e conoscere la reazione cha abbiamo legata all’esplorazione di essa. In questa settimana faremo emergere tutta l’energia che il nostro corpo trattiene, tutto quello che abbiamo seppellito dietro schemi sociali, genitoriali o personali. Durante questa settimana utilizzeremo strumenti quali lo yoga, la meditazione, il massaggio ayurvedico, l’healing, la danza e gli esercizi corporei per liberare la nostra energia e aumentare la nostra connessione con l’altro e con noi stessi. Ogni tipo di attività ed interazione sarà totalmente slegata dalla sessualità, la nostra sarà una esplorazione del contatto inteso come comunicazione con l’esterno e mai con fini erotico intimi.

Guardarsi in Silenzio

Ci hanno insegnato che quando uno parla lo si guarda negli occhi, ci hanno insegnato a lanciare messaggi di disapprovazione o di seduzione solo con lo sguardo eppure non c’è rumore più assordante di guardarsi negli occhi con qualcuno senza parlare.

Da anni ci sono manifestazioni in tutto il mondo in cui le persone prendono un tappetino si seggono davanti ad uno sconosciuto e si guardano per diversi minuti negli occhi in silenzio. Le sensazioni che ne scaturiscono sono davvero fortissime. Potremmo definire il vissuto come una curva d’imbarazzo che all’inizio si impenna molto velocemente verso un apice dopo il quale inizia progressivamente a scendere per poi stabilizzarsi, nella fase di stabilizzazione infatti, inizia una vera e propria comunicazione legata al micro non verbale con chi ci è davanti.

Esercizio:

All’interno della settimana si praticherà quest’esercizio più volte, sempre con persone diverse. Si resterà in silenzio guardandosi negli occhi per 5 minuti. Alcune volte l’esercizio verrà integrato dal contatto delle mani. Alla fine di ogni sezione le persone sono invitate a registrare le loro sensazioni e la loro evoluzione a seconda dei giorni in un quaderno.

Coccole Terapia

È scientificamente provato che l’abbraccio aumenta il livello di ossitocina nel nostro corpo e quest’aumento crea un aumento dell’energia, una diminuzione dei dolori periferici e muscolari e un abbassamento della curva di stress. Insomma abbracciarci e farci le coccole ci fa stare meglio, eppure è una cosa che facciamo pochissimo nella vita. Ce la concediamo da bambini, quando la nostra mamma ci accarezza o nella vita di coppia, ma fuori da questi due contesti ci sembra inappropriato. Negli stati uniti da tempo ormai ci sono dei “professional cuddlers” ossia i coccolatori professionisti, vengono pagati a ore si occupano per tutto il tempo di coccolarti, mantenendo ben chiari i confini sessuali, ossia in nessun caso è qualcosa di erotico o sentimentale è solo un contatto terapeutico. In psicologia lo chiamiamo “contenimento” con un abbraccio o con una presenza corporea di contatto si possono contenere e ridurre emozioni negative, stati di ansia o principi di depressione. La sensazione che si ha dopo una sessione d’abbracci è quella di leggerezza, come se fossimo finalmente riusciti a lasciare andare un peso “sul cuore” e ovviamente più ripetutamente facciamo questo tipo di sedute e più benefici profondi si hanno.

Esercizio:

Si formeranno delle coppie (casuali e che cambieranno ogni volta) ci si coccolerà per 30 minuti a vicenda, ascoltando il corpo e le esigenze dell’altro. Ogni volta ci sarà uno che farà le coccole e l’altro che le “subirà”. Chi le fa potrà chiedere all’altro cosa preferisce in ogni momento, sperimentare, con che tipo di carezze o contatto si trova più a suo agio, magari fare dei piccoli massaggi. L’obiettivo sarà far stare totalmente in armonia con il proprio corpo il nostro compagno.

Che Cosa è un Retreat?

Non sono esterofila, non è per questo che lo dico sempre in inglese. Il retreat è un ritiro, ma in italiano è spesso associato ad un risvolto religioso. In realtà di tratta di un momento molto intenso in cui ci si dedica a qualcosa, spesso legato ad un momento di trasformazione. Per questo motivo solitamente durante i retreat si dorme tutti nella stessa struttura in modo da rendere più stabile e forte il legame tra i partecipanti ed il distacco dalla vita di tutti i giorni.

Il Ruolo del Gruppo

Questo retreat sarà un momento molto intenso, ci apriremo molto l’un l’altro, condivideremo momenti intimi ed esperienze intense. Sarà una settimana di massima fiducia, ci sarà la totale assenza di giudizio e il completo supporto e appoggio da parte mia. Come psicologa avrò il ruolo di contenere e gestire ognuno di voi, sia singolarmente che nella dinamica di gruppo. Ci saranno moltissimi momenti di condivisione del vissuto nel gruppo e in qualsiasi momento uno di voi potrà parlare privatamente con me.

Perché Bali?

Ho scelto come location Bali perché è un isola con una grande forza, si trova nel ring of fire, uno dei posti più energetici del mondo grazie alla sua energia vulcanica. È un’isola che ha molte anime, molti aspetti, io la conosco direi abbastanza bene dato che ci sono stata 4 volte, ho potuto sperimentare tutti gli ambiti su cui voglio lavorare con voi. Le tradizioni balinesi da sempre portano l’individuo a trovare un equilibro tra mente corpo e luogo, perché spesso ci dimentichiamo che nella vita bisogna integrare tutti e 3 questi elementi. Quindi la scelta del luogo non è stata casuale, Bali racchiude la forza e la pace, lo yin e lo yan ed è questo l’obiettivo del retreat, integrare vari aspetti di noi di cui forse non eravamo totalmente consapevoli.

Dove Dormiremo?

A Villa Prasada a Canggu

Canggu è decisamente la mia zona di Bali preferita, si trova sullo stesso lato di Semyniak, ma diciamo a qualche chilometro di distanza, moltissimo meno turistica. Nasce come base per i surfisti che scappavano dal caos di Kuta, ora è diventata anche una zona piena di residenti, ci sono tantissime caffetterie e ristoranti organici, bar alla moda negozi particolari. Ho scelto villa Prasada perché si trova a Echo Beach una parte ancora non super costruita, in più affaccia direttamente sulle risaie, questo ci assicurerà sonni tranquilli e tramonti mozzafiato. Ha una bellissima zona all’aperto con piscina e un gazebo dove rilassarci. Faremo yoga all’aperto osservando le risaie.

La villa ha 5 camere da letto, ognuno di noi alloggerà in doppia con bagno privato, in totale ci sono 6 bagni, c’è un’enorme cucina, una sala da pranzo al chiuso e una all’aperto. C’è TV via cavo, wifi, aria condizionata, personale fisso e uno chef che ci cucinerà ogni giorno la colazione e le sere che restiamo a casa la cena. Sarà la nostra base per la settimana. Avremmo anche a disposizione un auto privata per 10 nei giorni in cui ci servirà e servizio di pick-up da e per l’aeroporto. Qui c’è un video girato da Karen, la proprietaria, sulla villa. img_6301

Giorno 1-  27 Agosto

Arrivo dopo pranzo in villa

17.00: Yoga in villa

18.00: Esercizio: Guardarsi in Silenzio

19.30: Cena in villa

Giorno 2 – 28 Agosto

8.00 Yoga in villa

9.00:Esercizio: Guardarsi in Silenzio

9.15: Colazione

11:00: Mattinata libera alternata da massaggi ayurvedici

13.30: Pranzo libero (non incluso)

16.30: Coccole Terapia

17.30: Meditazione al tramonto sulla spiaggia

Giorno 3 –  29 Agosto

7.00 partenza per Gianyar

Melukat a Gianyar

13.30 Pranzo sulla spiaggia di Sanur

17.30 Coccole terapia

19.30 Cena in villa

Che cosa è il Melukat?

Il Melukat è il rituale di purificazione tipico della religione induista balinese. Una manguk (un “curatore” tipico della cultura di Bali) attraverso una cerimonia molto intensa di circa 3 ore ci guiderà in un processo di purificazione del corpo, dello spirito e della mente. È un rituale molto intenso, specialmente per noi occidentali, può toglierci davvero molte energie. Mi sono rivolta alla Ibu Jeru, una Manguk di conoscenza di Giulia, ovviamente sono rituali che rispettano il calendario balinese, quindi potrebbero essere soggetti a cambiamenti.

Giorno 4 – 30 Agosto

8.00: Yoga villa

9.00: Esercizio: Guardarsi in Silenzio

9.25: Colazione

11:00: Mattinata libera alternata da massaggi ayurvedici

13.30: Pranzo in spiaggia a Canguu (non incluso)

Pomeriggio a scelta tra:

Visita al centro di Crystal Healing Anna Michielan (Semyniak) con incontro individuale (in Italiano)

Healing individuale con la Ibu Jeru (nel suo studio a Jimbaran)

19.30: Cena in villa

Giorno 5 – 31 Agosto

8.00: Yoga in villa

9.00: Esercizio: Guardarsi in Silenzio

9.20: Colazione

11.00 Coccole Terapia

Pranzo in spiaggia a Canguu (non incluso)

Pomeriggio a scelta tra:

Visita al centro di Crystal Healing (Semyniak) con incontro individuale (in Italiano)

Healing individuale con la Ibu Jeru (nel suo studio a Jimbaran)

19.30: Cena in villa

Giorno 6 – 1 Settembre

8.00 Colazione

9.30 Partenza per Ubud

11.00: Ecstatic Dance: presso Yoga Barn Ubud

13.00 Pranzo tra le risaie di Ubud

13.45: Visita ai templi di Ubud: Pura Tirta Empul, Gunung Kawi, e Tegalalang Rice Terrace.

19.30 Cena in Villa

Giorno 7 – 2 Settembre

8.00 Yoga in villa

9.00 Colazione

10.00 Mattinata al beach club The Lawn di Canggu

13.00 Pranzo al Tha Lawn

Partenze dopo pranzo

Che cosa è l’Ecstatic Dance?

È un tipo di meditazione dinamica. L’obiettivo è far fluire l’energia, e liberare i chakra, ci lascia andare liberamente mossi da un suono ipnotico delle percussioni. C’è la totale assenza di giudizio, non si segue nessun ritmo, non si fanno coreografie, semplicemente ci si muove e si segue quello che ci suggerisce il nostro corpo. Per chi non l’ha mai praticata all inizio può sembrare strano, ma dopo pochi minuti si fa parte del tutto e si segue il corpo.

Costi e Pagamenti

Il costo del retreat è di 1.300,00€ 1.100€ fino al 18 Aprile

Il prezzo comprende:

  • 6 notti nella villa in camera doppia con colazione
  • 2 pranzi
  • 5 cene
  • 5 lezioni di yoga da 1 ora
  • 2 massaggi ayurvedici
  • tutti i trasporti
  • il pick up da e per l’aeroporto
  • l’ecstatic dance
  • tutti gli ingressi ai templi
  • il melukat

Il prezzo non comprende:

  • i voli
  • assicurazione medica
  • 4 pranzi
  • eventuali extra alcolici per cene o tempo libero

Quanti Saremo?

In ogni settimana saremo massimo 10 persone me inclusa, quindi rimarremo un gruppo molto intimo. Ribadisco che dormiremo tutti in doppia, ma ognuno avrà il proprio letto e ogni stanza avrà il bagno privato.

Modalità di Pagamento:

Il viaggio verrà organizzato con il supporto tecnico del tour operator Stray Mood.

Per prenotare è necessario versare una cifra d’acconto di 600€ e il saldo di 700€ dovrà essere versato inderogabilmente entro il 15 di giugno.

Cancellazioni e rimborsi

In caso di cancellazioni del retreat entro il 15 giugno sarà rimborsato il 50% della cifra versata, dopo l’16 giugno solo il 30%.

Voli e Viaggio

Come dicevo il volo non è incluso nel prezzo e sarete voi stessi a prenotarlo, però se avete bisogno di un aiuto vi posso aiutare io personalmente, dato che diciamo sono esperta nella ricerca. Altra cosa, se avete intenzione di restare più tempo in Indonesia, posso aiutarvi ad organizzare il resto del vostro soggiorno. Per prenotare vi consiglio di cercare su Skyscanner e impostare un allert, ossia inserendo l’email ti comunicherà quando il volo scende o sale. Non aspettare troppo presto perché ho visto che i voli fluttuano parecchio.

Ragazzi fondamentale l’Assicurazione di viaggio per il tempo ce sarete all’estero, io consiglio Europ Assistance, perchè la faccio da 10 anni, ma va bene anche un’altra l’importate è stare coperti, sempre.

Visti e Vaccini

Per l’Indonesia non è necessario un visto se il vostro soggiorno è inferiore ad un mese. Nel caso vogliate stare di più vi consiglio di recarvi in ambasciata e fare richiesta di visto prima di arrivare in loco. Per i vaccini, se il vostro soggiorno si limiterà solo a Bali e alle isole limitrofe non avete bisogno di vaccini, se vi spingerete in zone più lontane allora magari consiglio Epatite A e B e l’anti tifo.

 

Prenota Subito

Versa l’Acconto

SCONTO Fino al 18 Aprile 

600€ 400€

Fa per te se:

  • ti piace scoprire nuove spiritualità
  • ti irrigidisci quando ti abbracciano
  • hai spesso contratture muscolari
  • ti piace l’idea dello yoga
  • sei pronto a metterti in discussione
  • ti imbarazza guardare qualcuno degli occhi
  • ti piace conoscere persone nuove
  • sei desideroso di stare con persone simili
  • sei pronto a lasciarti andare

Se non sono stata troppo esaustiva ti consiglio di guardare questo facebook live che ho fatto giorni fa dove cerco di spiegare nel dettaglio quale è la mia idee dietro questo retreat e come verranno articolate nel dettaglio le attività delle singole giornate. Se avete altri dubbi o vorreste parlare con me, non esitate a contattarmi a info@viaggiaredasoli.net 

Non fa per te se:

  • stai cercando delle avventure sessuali
  • vuoi una settimana piena di feste
  • ti da fastidio condividere con degli sconosciuti
  • non ti piacciono i luoghi spirituali
  • non sei aperto ad comprendere altre culture
  • vuoi tutto sotto controllo
  • cerchi una vacanza culturale
  • vuoi una vacanza indipendente
  • sei una persona che giudica